Il Comune di Pianezza non vuole più i rifiuti di Torino

E denuncia il mancato pagamento delle royalties da parte del Cidiu

19 Dicembre 2011 - 21:36

La discarica di Cassagna

No all’ampliamento della discarica Cassagna e, soprattutto, no al fatto che Amiat continui a portare i suoi rifiuti a Pianezza. Sono queste le posizioni della giunta Castello sulla richiesta di Cidiu Spa di fare arrivare in città altre 200mila tonnellate di rifiuti. La decisione del Comune era già emersa, ora però viene ufficializzata e resa pubblica con un ordine del giorno che verrà presentato e discusso stasera in consiglio comunale. Oltre a volere che Amiat non conferisca più «i suoi rifiuti solidi urbani a Cassagna», il sindaco Antonio Castello chiede con forza la chiusura di Punto ambiente: «Costa troppo, ed è in perdita, oltre a provocare i noti disagi alla popolazione, causa di un peggioramento della qualità della vita». La questione però è anche economica: è stata infatti la stessa giunta Castello a ricordare che, per conferire, Amiat paga molto meno di quanto non paghi Pianezza per ogni tonnellata di immondizia portata nella propria discarica. Inoltre, Castello riferisce di aspettare ancora 900mila euro circa, di proventi che il Comune dovrebbe ricevere per essere sede di discarica. 

Su Luna Nuova di martedì 20 dicembre


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Vaccini: le adesioni dei 40enni anticipate alla prossima settimana

Vaccini: le adesioni dei 40enni anticipate alla prossima settimana

COVID-19

Collegno, una "lettera alla coscienza" firmata Sermig

Collegno, una 'lettera alla coscienza' firmata Sermig

GIRO D'ITALIA

Grugliasco, ecco il nuovo deposito di Amazon

Grugliasco, ecco il nuovo deposito di Amazon

OCCUPAZIONE

Pianezza, il centrodestra punta su Roberto Signoriello

Pianezza, il centrodestra punta su Roberto Signoriello

ELEZIONI

Alpignano, vota parco Bellagarda e fai vincere la Turati

Alpignano, vota parco Bellagarda e fai vincere la Turati

AMBIENTE

Grugliasco, si era dato fuoco: muore dieci giorni dopo

Grugliasco, si era dato fuoco: muore dieci giorni dopo

TRAGEDIA

S.Giorio, fiamme al "Paradiso delle rane": doveva riaprire domenica

S.Giorio, fiamme al "Paradiso delle rane": doveva riaprire domenica

INCENDIO

Rivoli, schianto in tangenziale: muore operatore della Croce Rossa

Rivoli, schianto in tangenziale: muore operatore della Croce Rossa

TRAGEDIA

Borgone, S.Antonino e Rivoli piazze dello spaccio: dieci misure cautelari

Borgone, S.Antonino e Rivoli piazze dello spaccio: dieci misure cautelari

DROGA