COLLEGNO

Gli olmi di via Trieste non saranno tagliati

Vincono i cittadini: il giardino di Collegno torna com'era

19 Gennaio 2012 - 23:12

Il giardino transennato

Il giardino transennato

Addio alle transenne davanti ai giardinetti di via Trieste a Collegno: tutto ritorna com’era prima. Mercoledì sera, nel corso di un incontro organizzato dai comitati di quartieri di Santa Maria e Regina Margherita al centro sociale Gibin di via Fiume, l’amministrazione comunale ha incontrato i residenti della via, una perpendicolare a metà di viale XXIV Maggio, per decidere quale sarà il destino dell’area. La votazione dei presenti è stata chiara: le transenne spariscono e il giardino torna a essere uno spazio libero, senza panchine, utilizzato soprattutto da mamme con bambini.

Su Luna Nuova di venerdì 20 gennaio

 


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

VIABILITA'

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

LUTTO

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

TORINO-LIONE

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

SANITA'

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

TRASPORTI

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

VIABILITA'

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

CORONAVIRUS

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

TORINO-LIONE

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

TORINO-LIONE