DISAGIO

Dopo la malattia ora si ritrova senza casa

Sfrattato da Tetti Francesi, dorme da amici a Orbassano o nelal sala d'aspetto del San Luigi

19 Marzo 2012 - 23:30

Donato Crescenzi

Donato Crescenzi

In trasferta da Rivalta a Orbassano, dormendo in casa di amici, nella sala d’aspetto dell’ospedale San Luigi e in un piccolo albergo che, dice, «Mi è costato un patrimonio che sto ancora pagando». Donato Crescenzi, 48enne rivaltese sfrattato da via Pinerolo a Tetti Francesi per morosità, non nega i propri errori del passato, ma chiede aiuto per un presente che lo vede reduce da un temibile malattia, senza casa e con un lavoro che non gli è sufficiente per vivere.

su Luna Nuova di martedì 20 marzo


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Condove: "Noi siamo i figli della Monce", in arrivo un docu-film

Condove: "Noi siamo i figli della Monce", in arrivo un docu-film

STORIA E MEMORIA

Sauze d'Oulx: «Rispondi o ti prendo per i capelli», arrestato stalker

Sauze d'Oulx: «Rispondi o ti prendo per i capelli», arrestato stalker

CARABINIERI

Pianezza, prima pietra per il nuovo stabilimento Grob

Pianezza, prima pietra per il nuovo stabilimento Grob

CERIMONIA

S.Ambrogio: al Borgo di Mezzo-Superiore il Carnevale 2019

S.Ambrogio: al Borgo di Mezzo-Superiore il Carnevale 2019

SFILATA

Chiusa S.Michele: una panchina rossa per l'8 Marzo

Chiusa S.Michele: una panchina rossa per l'8 Marzo

INAUGURAZIONE

Rivoli, Loredana Trinchieri candidata sindaco per "Rivoli città attiva"

Rivoli, Loredana Trinchieri candidata sindaco per "Rivoli città attiva"

ELEZIONI

S.Antonino, 30 euro per riavere il cellulare: arrestato

S.Antonino, 30 euro per riavere il cellulare: arrestato

CARABINIERI

Alta valle, raffica di controlli sulle strade: nove denunce

Alta valle, raffica di controlli sulle strade: nove denunce

CARABINIERI

Precipita nel vallone e muore, la vittima è il villarfocchiardese Giancarlo Ghiotti

Precipita nel vallone e muore, la vittima è il villarfocchiardese Giancarlo Ghiotti

TRAGEDIA