COLLEGNO

Guerra di petizioni al giardino Guido Rossa

I prorpietari dei cani chiedono di poter tornare nel parchetto di Collegno

21 Giugno 2012 - 22:51

I proprietari dei cani davanti al giardino

I proprietari dei cani davanti al giardino

Guerra di firme e di proteste tra mamme che portano i bambini al giardino Guido Rossa di Collegno e persone che vorrebbero  portarci i loro cani. Cosa, questa, che fino a qualche tempo fa era concessa, ma che è stata invece vietata dal Comune in seguito all’esplicita richiesta di alcuni cittadini. La chiusura non è piaciuta ai proprietari dei quattro zampe, che hanno quindi iniziato la raccolta di firme: già un centinaio quelle raccolte.

su Luna Nuova di venerdì 22 giugno


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

ELEZIONI

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

ELEZIONI

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

3° REGGIMENTO ALPINI

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

SFIDA

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

CARABINIERI

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

PROGETTO

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

TORINO-LIONE