RIVALTA

Bollette non pagate, scuole senza acqua calda

Contenzioso con la ditta che fa da intermediario, contatori sigillati a Rivalta

25 Giugno 2012 - 23:00

La scuola Mary Poppins

La scuola Mary Poppins

Fino a ieri, dopo poco meno di una settimana, alle scuole materne Bionda e Mary Poppins mancava ancora l’acqua calda, così come alla primaria Italo Calvino e al nido Ilaria Alpi di Sangone. «Quando la scorsa settimana abbiamo visto arrivare gli incaricati per il blocco dell’erogazione abbiamo subito pensato a un errore o a una dimenticanza del Comune - spiega la responsabile della materna Giuseppe Bionda, situata in centro - Invece il pagamento toccava alla società che, incaricata dal Comune, non l’ha effettuato, e così ci hanno sigillato i contatori».

su Luna Nuova di martedì 26 giugno


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

VIABILITA'

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

LUTTO

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

TORINO-LIONE

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

SANITA'

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

TRASPORTI

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

VIABILITA'

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

CORONAVIRUS

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

TORINO-LIONE

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

TORINO-LIONE