GRUGLIASCO

Ex Bertone: accordo per la cassa

Servirà per completare la ristrutturazione ed avviare le nuove Maserati

15 Novembre 2012 - 21:39

Ex Bertone: accordo per la cassa

In Regione è stata siglata ieri l’intesa per un anno di cassa integrazione straordinaria alle Officine Maserati, ex Bertone. Annunciata tre settimane fa, servirà a consentire il completamento della ristrutturazione e il rientro al lavoro di una buona parte dei lavoratori. In questo modo si accompagna la ripresa con il piano di Marchionne che prevede a Grugliasco la produzione della Maserati Quattroporte, mentre nel 2013 inizieranno le attività sulle piccole Maserati e sarà costruito il Maserati Village sull’esempio di quello Fiat-Lancia-Alfa a Mirafiori.

su Luna Nuova di venerdì 16 novembre


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Meana, tredicenne cade con la bici: ricoverato al Regina Margherita

Meana, 13enne cade con la bici: ricoverato al Regina Margherita

INCIDENTE

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

ROGO

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

ROGO

Una mimosa per tutte le donne alla biblioteca di Susa

Una mimosa per tutte le donne alla biblioteca di Susa

8 MARZO

Dalmasso e Curie-Vittorini premiati per i loro progetti green

Dalmasso e Curie-Vittorini premiati per i loro progetti green

SCUOLA

Rivoli, riapre lunedì il poliambulatorio di via Piave

Rivoli, riapre lunedì il poliambulatorio di via Piave

SANITA'

Grugliasco, la facoltà di agraria tra le prime 150 al mondo

Grugliasco, la facoltà di agraria tra le prime 150 al mondo

ISTRUZIONE

Rosta inaugura un cippo in memoria di Giorgio Perlasca

Rosta inaugura un cippo in memoria di Giorgio Perlasca

RICORDO

Da lunedì Dad in tutto il Piemonte per 2ª-3ª media e scuole superiori

Da lunedì Dad in tutto il Piemonte per 2ª-3ª media e scuole superiori

CORONAVIRUS