PIANEZZA

Valeo: 190 operai in cassa integrazione

Tensione tra i sindacati: la Fiom accetta l?accordo, Uilm e Cisl contrari

18 Gennaio 2013 - 01:43

Valeo: 190 operai in cassa integrazione

La Uilm e la Fim Cisl non hanno firmato l’accordo, la Fiom invece ha accettato la cassa integrazione in deroga richiesta dalla Valeo alla Regione. Molto concitati i dibattiti di ieri mattina a Torino nella sede dell’Api, con l’azienda che esponeva le sue ragioni e i sindacati che hanno tentato fino all’ultimo di strappare qualcosa in più. Saranno coinvolti 190 lavoratori, con una media di 120 persone ogni volta. Lo stipendio arriverà però tra qualche mese.

su Luna Nuova di venerdì 18 gennaio


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

ELEZIONI

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

ELEZIONI

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

3° REGGIMENTO ALPINI

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

SFIDA

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

CARABINIERI

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

PROGETTO

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

TORINO-LIONE