COLLEGNO

Meno grave del previsto il buco Top

Una commissione consiliare sta ricostruendo la storia della società collegnese

26 Marzo 2013 - 00:13

Meno grave del previsto il buco Top

Ammonterebbe a meno del previsto il debito contratto dopo la messa in liquidazione della Top, la società comunale nata per la gestione dell’area industriale del Pip. Da oltre un anno la commissione consiliare speciale d’indagine ne sta ricostruendo la storia societaria ed economica. Dal 2004 sono stati tre i presidenti che si sono succeduti, e sono stati tutti ascoltati: prima Claudio Milanesio, poi Francesco Casciano e mercoledì è stata la volta dell’ultimo, Michele Zaffino.   

su Luna Nuova di martedì 26 marzo


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

"Coprifuoco" anche in Piemonte dalle 23 alle 5: si inizia lunedì

S.Antonino deserta durante il lockdown di marzo

"Coprifuoco" anche in Piemonte dalle 23 alle 5: si inizia lunedì

CORONAVIRUS

Condove: una capsula di speranza per la rinascita della materna Rodari

Condove: una capsula di speranza per la rinascita della materna Rodari

SCUOLA

Rivoli, pit stop tamponi: rivista la viabilità

Rivoli, pit stop tamponi: rivista la viabilità

SANITA'

Rivoli, pagava la merce ordinata online con assegni scoperti

Rivoli, pagava la merce ordinata online con assegni scoperti

TRUFFATORI

Vaie, schiarita Alcar: «La continuità produttiva sarà garantita»

L'assemblea di giovedì scorso davanti ai cancelli dello stabilimento Alcar di Vaie

Vaie, schiarita Alcar: «La continuità produttiva sarà garantita»

OCCUPAZIONE

Vaie, crisi Alcar: parte il tavolo con le istituzioni

Vaie, crisi Alcar: parte il tavolo con le istituzioni

OCCUPAZIONE

Vaie, crisi Alcar: parte il tavolo con le istituzioni

Vaie, crisi Alcar: parte il tavolo con le istituzioni

OCCUPAZIONE

Orbassano , tentata violenza nel garage di un condominio

Orbassano , tentata violenza nel garage di un condominio

CRMINALITA'

Rubavano le borse alle donne che pregavano in chiesa

Rubavano le borse alle donne che pregavano in chiesa

CRMINALITA'