ORBASSANO

Amaldi allagato per colpa di un rubinetto lasciato aperto

Orbassano, scuola chiusa soltanto un giorno per precauzione

16 Dicembre 2013 - 23:30

Amaldi allagato per colpa di un rubinetto lasciato aperto

Riaprirà questa mattina l’istituto tecnico Amaldi di via Rosselli 35 a Orbassano, dopo la chiusura precauzionale decisa ieri mattina. Al rientro dopo il fine settimana, infatti, gli operatori hanno trovato l’istituto allagato: impossibile svolgere le lezioni, che quindi sono state annullate. Durante tutta al giornata gli operatori scolastici si sono dati da fare per asciugare e ripulire i pavimenti, mentre i tecnici della Provincia effettuavano un sopralluogo per verificare i danni e capire come procedere.

su Luna Nuova di martedì 17 dicembre


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Da lunedì Dad in tutto il Piemonte per 2ª-3ª media e scuole superiori

Da lunedì Dad in tutto il Piemonte per 2ª-3ª media e scuole superiori

CORONAVIRUS

Valgioie, volontario dell'Aib condannato per incendio

Valgioie, volontario dell'Aib condannato per incendio

PATTEGGIA DUE ANNI

Sauze d'Oulx in lutto per la tragica scomparsa di Simone Gai

Sauze d'Oulx in lutto per la tragica scomparsa di Simone Gai

INCIDENTE

Collegno, Testimoni di Geova: il battesimo è online

Collegno, Testimoni di Geova: il battesimo è online

EMERGENZA COVID

Rivoli, il baby pusher abitava con la mamma e il nonno

Rivoli, il baby pusher abitava con la mamma e il nonno

CRIMINALITA'

Prova

Avigliana, sorpresa: Alessandro Borghese e la sua troupe salgono al castello

Prova

Chiusa S.Michele: incendio stasera nel cortile della Levosil

Chiusa S.Michele: incendio stasera nel cortile della Levosil

ROGO

Scialpinisti feriti in valle: tre interventi del Soccorso in poche ore

Il canale Ungherini

Scialpinisti feriti in valle: tre interventi del Soccorso in poche ore

INCIDENTI

L'ultimo concerto? Stasera la chiamata alle armi della musica dal vivo

L'ultimo concerto? Stasera la chiamata alle armi della musica dal vivo

SETTORE IN CRISI DA LOKCDOWN