BRUINO

Arrivano i pattugliamenti serali dei vigili urbani

I fondi necessari ricavati dai proventi delle multe a Bruino

23 Maggio 2014 - 00:14

Arrivano i pattugliamenti serali dei vigili urbani

Serviranno anche a finanziare i pattugliamenti serali dei vigili urbani, più tutta una serie di progetti, i proventi delle multe per le violazioni al codice della strada. Come prescritto dalla legge, infatti, almeno il 50 per cento delle somme riscosse per le violazioni commesse deagli automobilisti e dai motociclisti deve essere destinato a progetti e lavori che migliorino la sicurezza stradale per tutti i cittadini: in questo caso, su una previsione di circa 67mila euro di incassi, il Comune destinerà a questi progetti la somma di 33500 euro.

su Luna Nuova di venerdì 23 maggio 2014


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Meana, tredicenne cade con la bici: ricoverato al Regina Margherita

Meana, 13enne cade con la bici: ricoverato al Regina Margherita

INCIDENTE

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

ROGO

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

S.Ambrogio: va a fuoco il tetto di una casa in via Bertassi

ROGO

Una mimosa per tutte le donne alla biblioteca di Susa

Una mimosa per tutte le donne alla biblioteca di Susa

8 MARZO

Dalmasso e Curie-Vittorini premiati per i loro progetti green

Dalmasso e Curie-Vittorini premiati per i loro progetti green

SCUOLA

Rivoli, riapre lunedì il poliambulatorio di via Piave

Rivoli, riapre lunedì il poliambulatorio di via Piave

SANITA'

Grugliasco, la facoltà di agraria tra le prime 150 al mondo

Grugliasco, la facoltà di agraria tra le prime 150 al mondo

ISTRUZIONE

Rosta inaugura un cippo in memoria di Giorgio Perlasca

Rosta inaugura un cippo in memoria di Giorgio Perlasca

RICORDO

Da lunedì Dad in tutto il Piemonte per 2ª-3ª media e scuole superiori

Da lunedì Dad in tutto il Piemonte per 2ª-3ª media e scuole superiori

CORONAVIRUS