CORONAVIRUS

Rivoli: cure domiciliari, il peso del coraggio

Il servizio si sta preparando all’assistenza dei dimessi post Covid-19

27 Marzo 2020 - 07:44

Rivoli: cure domiciliari, il peso del coraggio

“Restate a casa” è il mantra che ripetiamo da quando il Coronavirus è entrato nelle nostre vite. A dirlo sono sopratutto i medici e coloro che si occupano a vario titolo della sanità, non ultimo il personale delle cure domiciliare dell’Asl To3, una piccola folla di persone che per i più risulta “invisibile” e non assurge spesso agli onori della cronaca. Eppure entrano nelle nostre case, ci aiutano con i nostri anziani o disabili, ben prima dell’avvento di questa terribile pandemia. «Abbiamo sempre creduto che assistere le persone a casa rappresentasse un valore aggiunto: la possibilità di far vivere ai pazienti la malattia secondo i propri ritmi, nel proprio ambiente, con i propri cari», afferma Isabella Zennaro coordinatrice delle domiciliari dell’Asl To3 che da sempre accompagnano le persone nel decorso della malattia e, purtroppo, anche in quella del trapasso, insieme ai colleghi di Luce per la Vita e Faro. «Abbiamo permesso, con le risorse a disposizione, di decomprimere il sovraccarico ospedaliero affinché, seppur tra mille difficoltà, l’ospedale potesse occuparsi delle situazioni delle fasi acute delle malattie».

E sono loro a credere per prime al valore di “restare a casa”, fin dai tempi in cui la pandemia era solo un ricordo di un lontano passato. Adesso più che mai, visto che, come spiega il dirigente del distretto servizio Asl To3, Silvio Venuti, questa attività si fa carico di interventi specifici quali i tamponi domiciliari. «Il servizio si sta inoltre preparando all’assistenza dei dimessi post-covid19 - precisa Venuti - emergenza sanitaria che ha sgretolato precedenti equilibri, imponendo modifiche organizzative».
Le “infermiere di famiglia e di comunità”, che hanno già fatto importanti interventi di prevenzione per soggetti a rischio salute, ora più che mai sono presenti, in completa protezione, per assistere le persone che possono rimanere a casa, ma hanno problemi di salute ed hanno bisogno di loro: per prevenire il ricovero ospedaliero, per tornare a casa, per dare supporto psicologico e fisico a loro e alle famiglie. E per effettuare i tamponi a domicilio.

Le difficoltà non mancano, anche nel loro campo, ma ognuno concorre a fare “rete” nell’azienda sanitaria. «A volte la stanchezza, la paura, il senso di impotenza ci fa sentire fragili, ma cerchiamo di sostenerci a vicenda e di superare anche questi momenti», commenta la Zennaro. Da professioniste, reggono “il peso del coraggio”. «Siamo una squadra, cerchiamo di essere in prima linea nelle case - prosegue - per alleggerire il lavoro dei colleghi che sono in prima linea in ospedale, negli ambulatori, senza dimenticare i medici di distretto, e di medicina generale». Una rete, sanitaria e non, che coopera da sempre e che altri Paesi oggi ci invidiano e che vede in campo operatori di altri settori di supporto: magazzinieri, operatori delle ambulanze, volontari, fattorini, amministrativi e dirigenti con ruolo organizzativo e di responsabilità. Tutti al servizio dei cittadini, mettendo a rischio loro stessi e le famiglie. Tutti consapevoli dei rischi, fin da quando hanno scelto il loro lavoro. Ora anche i cittadini osservano tutto questo mondo sommerso. Meno visibile, ma quotidianamente sul campo tra risa e lacrime, per esorcizzare questo brutto momento.

Eva Monti

su Luna Nuova di venerdì 27 marzo 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

#restiamoacasa: tutte le raccomandazioni da seguire

#restiamoacasa: tutte le raccomandazioni da seguire

SALUTE

Le strade di Rivoli ai tempi del Coronavirus

Le strade di Rivoli ai tempi del Coronavirus

EMERGENZA

S.Antonino: da lunedì 16 parte la spesa a domicilio per gli over 65

La centrale via Torino deserta, oggi pomeriggio

S.Antonino: da lunedì 16 parte la spesa a domicilio per gli over 65

EMERGENZA

Alpignano, l'asilo nido Don Minzoni sospende la rata di marzo

Alpignano, l'asilo nido Don Minzoni sospende la rata di marzo

EMERGENZA

Rivoli: pagamenti sospesi per zona blu, asili nido e trasporto scolastico

Rivoli: pagamenti sospesi per zona blu, asili nido e trasporto scolastico

CORONAVIRUS

Rivoli: alimentari e farmaci a domicilio per gli anziani

Rivoli: alimentari e farmaci a domicilio per gli anziani

EMERGENZA

Chiusa S.Michele: sostegno alle famiglie per le rette della scuola materna

Chiusa S.Michele: fondi dal Comune per le rette della scuola materna

EMERGENZA

M5S: «Avviare sperimentazione farmaci anti-Coronavirus anche in Piemonte»

M5S: «Avviare sperimentazione farmaci anti-Coronavirus anche in Piemonte»

MEDICINA

Rivalta: accertato un secondo caso di Coronavirus

Rivalta: accertato un secondo caso di Coronavirus

EMERGENZA