CORONAVIRUS

Collegno pronta alla sfida della "scuola all'aperto"

Approvata la delibera per la "didattica outdoor": attività e laboratori innovativi per facilitare agli studenti il rientro in aula post Covid

19 Agosto 2020 - 15:57

Collegno pronta alla sfida della "scuola all'aperto"

La giunta ha approvato la delibera sulla "didattica outdoor" per l’anno scolastico 2020/21 con la quale si afferma il principio di "fare scuola dentro la scuola ma anche scuola fuori dalla scuola". «Questa è la via affinché i valori civili si affermino anche nel vivere quotidiano e rendano migliore la convivenza e il rapporto con l'ambiente - sottolinea il sindaco Francesco Casciano - Anche se i media sembrano parlare solo di discoteche, a Collegno stiamo pensando e operando per la nuova scuola post-covid, una sfida da cogliere come un'opportunità per promuovere azioni di rinnovamento della scuola delle competenze a cui lavoriamo da anni. La forza di questa progettualità sta nel coinvolgimento ampio del mondo della scuola, accademico e della società civile per sottolineare come la scuola sia un bene collettivo di prima importanza per lo sviluppo sociale  puntando a  raggiungere l'obiettivo di diventare "comunità educativa"». In sostanza il Comune offrirà alle scuole opportunità e azioni per favorire le attività svolte fuori dalle aule: non solo lezioni all'aperto, ma anche creare condizioni perché si possano svolgere attività di laboratorio a sostegno delle attività normali di scuola.

«Il tema dell’outdoor non è una novità a Collegno, che da sempre è un passo avanti in tema di istruzione; semplicemente le attuali condizioni, nella negatività, offrono l’opportunità di valorizzare e accrescere competenze e sensibilità che già ci caratterizzano - precisa l’assessore alle politiche educative Clara Bertolo - Questo progetto è il modo di sviluppare l'educazione a diversi livelli, portando la scuola nel territorio e nella comunità e supportandola con la ricerca e l'innovazione  portate dall'università. L'educazione all'aperto dà senso agli spazi pubblici  come ambienti dove si impara, si cura e si abita conoscendone i valori e le risorse». «Educazione alla cittadinanza ma anche alla salute fisica e mentale, che nasce dallo stare bene nei luoghi della propria vita, dal radicarsi nella comunità e dal partecipare attivamente alla sua crescita», aggiunge Cristiano Giorda coordinatore del Centro Nazionale di formazione dei docenti per l'Università di Torino partner del Comune di Collegno nel progetto. Si parte venerdì 4 settembre con  il primo seminario per i docenti e il bando per raccogliere le proposte dell'associazionismo e del terzo settore.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Rivoli, fuga di gas nella zona industriale di Cascine Vica

Rivoli, fuga di gas nella zona industriale di Cascine Vica

INTERVENTO IN CORSO

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

ELEZIONI

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

ELEZIONI

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

3° REGGIMENTO ALPINI

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

SFIDA

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

CARABINIERI

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

PROGETTO

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA