EMERGENZA

L'effetto Covid si abbatte sugli amministratori di condominio

La difficile situazione economica che colpisce gli inquilini si ripercuote sull'attività di chi si occupa della gestione delle spese

26 Novembre 2020 - 22:48

L'effetto Covid si abbatte sugli amministratori di condominio

di PAOLO PACCÒ

Ritardi nei pagamenti, ma non solo. Sono tante le difficoltà cui vanno incontro gli amministratori di condomìni. Una delle tante categorie che in questi mesi si trovano a fare i conti con le conseguenze della crisi legata alla pandemia. Una figura professionale di cui si parla poco, ma che può avere una visione molto diretta di quanto accade nelle nostre città.
Claudio Bruno, 44 anni, è titolare dello studio Bruma che si occupa appunto di amministrazione immobili. Si occupa della gestione di una ventina di stabili tra Collegno, Grugliasco e Rivoli. «Sono tanti i fattori che si ripercuotono sul nostro lavoro. Licenziamenti e cassa integrazione su tutti fanno sì che le entrate delle famiglie siano spesso quasi dimezzate rispetto alla normalità. A cavarsela in qualche modo sono i dipendenti statali che possono contare su uno stipendio fisso. Teniamo conto del fatto che la cassa integrazione copre poco più del 60 per cento del salario di un dipendente. E quindi le conseguenze sono facilmente immaginabili. In molti casi i ritardi nei pagamenti delle spese condominiali superano i 30 giorni».

Certo, chi ha difficoltà lavorative o chi è stato costretto a chiudere anche solo parzialmente, difficilmente va a pensare di pagare le rate condominiali diventando inadempiente per cause di forza maggiore. La priorità va al sostentamento della propria famiglia e magari a continuare a pagare le rate del mutuo. Senza contare che alcuni Comuni sono andati incontro, congelando o comunque allungando le scadenze delle tasse. Ma altri le hanno addirittura aumentate con le inevitabili conseguenze sul menage famigliare. Ci sono poi alcuni incentivi varati dal governo che rischiano di rivelarsi un boomerang. Il cosiddetto “superbonus” ad esempio prevede cavilli che per la maggior parte dei casi lo rende inapplicabile, almeno per quanto riguarda i condomini.

«La normativa - spiega Bruno - prevede il raggiungimento minimo di due classi energetiche in più per i condomini tramite interventi “trainanti” (cappotto termico e le pompe di calore quindi raffrescamento e riscaldamento) e quelli trainati (infissi e schermature solari). Per raggiungere le classi in più richieste, magari gli inquilini devono cambiare gli infissi delle abitazioni. Se ci sono, come spesso accade, degli abusi edilizi, la pratica “non passa”. L’iter può procedere se contestualmente gli abusi vengono sanati. Ma si tratta per la maggior parte dei casi di affrontare spese superiori ai mille euro. Prospettiva che spaventa gli inquilini e che quindi blocca la pratica in quanto il costo di adeguamento diventa troppo oneroso».

Il ruolo degli amministratori di condominio dovrebbe essere quindi quello di comprendere il più possibile le situazioni che si vengono a creare. Magari spiegando al meglio il sistema delle rateizzazioni. Grazie all’esperienza maturata poi, capire quando si tratta di alibi o quando il problema di liquidità sussiste realmente. «Il lavoro di amministratore non è un passatempo, abbiamo delle responsabilità. Purtroppo alcuni miei colleghi in alcune occasioni se lo dimenticano mettendo in cattiva luce l’intera categoria». Difficile poi anche affrontare le assemblee di condominio al tempo delle restrizioni anti Covid. «Abbiamo provato online, ma è risultato molto difficile. E spesso, se non si fanno le riunioni non si fa la manutenzione, soprattutto quella straordinaria. E molti stabili ne hanno davvero bisogno, anche per la salute pubblica».

Su Luna Nuova di venerdì 27 novembre 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Exilles, auto si ribalta nella galleria Cels: due feriti lievi

Exilles, auto si ribalta nella galleria Cels: due feriti lievi

INCIDENTE

Dramma a Condove: escursionista muore colpito da una frana

Dramma a Condove: escursionista muore colpito da una frana

INCIDENTI IN MONTAGNA

S.Antonino: carambola sulla statale 25, coinvolte cinque auto

S.Antonino: carambola sulla statale 25, coinvolte cinque auto

INCIDENTE

S.Antonino: si ribalta nel bosco con l'Ape, anziano ferito

S.Antonino: si ribalta nel bosco con l'Ape, anziano ferito

VIGILI DEL FUOCO

Il boato del terremoto ripreso da una telecamera privata

Il boato del terremoto ripreso da una telecamera privata

BASSA VALLE DI SUSA

Chiusa S.Michele: tre scosse di terremoto nella notte, la più forte di magnitudo 2.7

La mappa con l'epicentro del sisma delle ore 4,05 tratta dal sito Internet dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia

Chiusa S.Michele: tre scosse di terremoto nella notte, la più forte di magnitudo 2.7

SISMA

Avigliana: un tir sfonda il muro di recinzione di una casa e finisce nel giardino

Avigliana: un tir sfonda il muro di recinzione di una casa e finisce nel giardino

VIGILI DEL FUOCO

Chiusa S.Michele: a fuoco una legnaia, trattore e camper

Chiusa S.Michele: a fuoco una legnaia, trattore e camper

VIGILI DEL FUOCO

S.Antonino: le fontane danzanti illuminano il sabato sera della patronale

S.Antonino: le fontane danzanti illuminano il sabato sera della patronale

FESTA