ATLETICA

Grugliasco, Alessandro Ossola sesto nella finale dei 100 metri

Ottimo risultato alla sua prima partecipazione alle Paralimpiadi: ieri nella semifinale si era classificato in terza posizione

30 Agosto 2021 - 13:49

Grugliasco, Alessandro Ossola sesto nella finale dei 100 metri

Grande soddisfazione per Alessandro Ossola, protagonista della finale dei 100 metri categoria T63 alle Paralimpiadi di Tokyo. Dopo essersi qualificato ieri con il terzo posto ottenuto in semifinale, pochi minuti fa ha chiuso la sua prima finale paralimpica con un ottimo sesto posto sfiorando tra l'altro il suo primato personale. Una convocazione meritata sul campo grazie alla medaglia di bronzo ai campionati Europei conquistata a fine giugno in Polonia. Un traguardo straordinario, inseguito con determinazione sin dal momento in cui ha iniziato a praticare sport: prima il golf, quindi lo snowboard per approdare poi all’atletica. Una crescita continua servita anche a superare il terribile trauma subito nell’agosto del 2015. Un incidente stradale avvenuto a Rivalta in cui perde la vita la moglie Federica, con cui si era sposato solo un paio di anni prima. Alessandro riporta gravi lesioni alle gambe e viene ricoverato in condizioni disperate al Cto. Nonostante abbia perso molto sangue, i medici riescono a salvargli la vita. Ma la gamba sinistra è ridotta troppo male. C’è il rischio di infezione e un mese dopo lo schianto non resta altro da fare: amputare l’arto appena sopra il ginocchio.

Lo sport, di cui Alessandro era sempre stato appassionato, gioca un ruolo fondamentale nella sua rinascita. Dopo aver ottenuto risultati lusinghieri nel golf e nello snowboard nel febbraio del 2020 Alessandro Ossola centra il primato italiano dei 60 piani, record che resisteva da 12 anni. E con la sua “gamba bionica” il ragazzo di Grugliasco sale sulle passerelle della moda sfilando anche a Parigi. Ma non dimentica quanto è stato difficile riemergere da quel momento buio. Con alcuni amici fonda l’associazione “Bionic People” che porta avanti vari progetti per aiutare il recupero dei pazienti negli ospedali. Iniziative legate al mondo del golf e non solo. «Ho fatto tutte le scuole a Grugliasco - racconta Alessandro - fino alle superiori. Mi sono diplomato perito informatico all’Itis Majorana, poi mi sono specializzato nel disegno Autocad ed ho iniziato le prime esperienze lavorative sempre nella zona di Torino. Ma la mia passione principale è sempre stata quella per lo sport, per il calcio a 5 in particolare. Ricordo i tempi d’oro dell’Itca Grugliasco, quando ero ragazzino. Crescendo sono arrivato a giocare in Serie A2».

Poi l’incontro con Federica, il matrimonio ed i tanti sogni che stavano iniziando a realizzare insieme. Fino a quel giorno di agosto del 2015. Una tragedia che avrebbe potuto annientare qualunque essere umano: perdere la donna della propria vita e dover riprendere la propria esistenza senza una gamba. Ma se forza di volontà, tecnologia e professionalità dei medici viaggiano nella stessa direzione, la luce in fondo al tunnel può sembrare meno lontana. «Non è stato facile superare lo shock iniziale - prosegue Alessandro - Poi però, grazie all’aiuto della mia famiglia, degli amici e dei dottori, ho trovato la forza per ricominciare a vivere. Ed ho voluto ripartire proprio da due eccellenze nel settore: il centro protesi di Budrio e le Officine ortopediche Maria Adelaide di Torino. Professionisti di altissimo livello, anche e soprattutto dal punto di vista umano». In vista delle gare di Tokyo, si è preparato al meglio al campo Nebbiolo di Torino con la sua allenatrice Chiara Ansaldi ed il preparatore Marco Critelli.  

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Condove: brucia un pullman nel deposito di via Roma

Condove: brucia un pullman nel deposito di via Roma

INCENDIO

Trana, documenti irregolari: "bocciate" tutte e quattro le liste

Trana, documenti irregolari: "bocciate" tutte e quattro le liste

ELEZIONI COMUNALI 2022

Flash-mob in piazza Castello dalla parte dei disabili

Stefano Olivetti ed Elena Vezzani

Flash-mob in piazza Castello dalla parte dei disabili

INCLUSIONE

S.Ambrogio: salvati tre escursionisti dispersi nei boschi della Sacra

S.Ambrogio: salvati tre escursionisti dispersi nei boschi della Sacra

SOCCORSO ALPINO

Il benvenuto della diocesi di Torino a monsignor Roberto Repole

Il benvenuto della diocesi di Torino a monsignor Roberto Repole

ORDINAZIONE

Avigliana, l'ultimo saluto della città a Remo Castagneri

Avigliana, l'ultimo saluto della città a Remo Castagneri

POLITICA IN LUTTO

Grugliasco fa squadra con Film Commission e Museo del cinema

Grugliasco fa squadra con Film Commission e Museo del cinema

SVILUPPO

Rivoli, la polizia dona ai profughi scarpe e giubbotti sequestrati

Rivoli, la polizia dona ai profughi scarpe e giubbotti sequestrati

SOLIDARIETÀ

Borgone: l'autogru dei vigili del fuoco recupera le bobine rotolate in strada

Borgone: l'autogru dei vigili del fuoco recupera le bobine rotolate in strada

DISAGI