Banche sempre più col braccino corto

Le imprese: «Così non c'è crescita»

16 Febbraio 2012 - 22:38

Banche sempre più col braccino corto

Per le piccole e medie imprese è sempre più difficile accedere al credito. Senza prestiti dalle banche, esaurite le riserve in una crisi che dura ormai da 3 anni, è impossibile pensare a nuovi investimenti. E senza investimenti, non ci può essere ripresa. L’indagine congiunturale di Api mette in luce l’anomalia di un sistema bancario torinese che sembra avere smesso di fare il suo mestiere: prestare soldi a chi vuole produrre ricchezza. Lo stesso fanno Cna, per gli artigiani, Coldiretti, per gli agricoltori.

Su Luna Nuova di venerdì 17 febbraio

 


 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Reano, con il Fai alla scoperta dei sette capolavori del Bronzino

Reano, con il Fai alla scoperta dei sette capolavori del Bronzino

CULTURA

Giaveno, un bagno di folla per il primo carnevale notturno "ufficiale"

Giaveno, un bagno di folla per il primo carnevale notturno "ufficiale"

FOLKLORE

R

Rivoli, grande successo per il primo atto delle Giornate del Fai

CULTURA

Giaveno, boschi in fiamme in zona Roccette

Giaveno, boschi in fiamme in zona Roccette

INCENDIO

Coazze, inaugurato il rifugio della legalità

Coazze, inaugurato il rifugio della legalità

SOCIETÀ CIVILE

S.Antonino: fiamme nell'autoscuola Grand Prix

S.Antonino: fiamme nell'autoscuola Grand Prix

VIGILI DEL FUOCO

Tragedia sul monte Muret: muore un alpinista di S.Antonino

Tragedia sul monte Muret: muore un alpinista di S.Antonino

ROCCIAMELONE

Movida in alta valle: sei denunciati dai carabinieri

Movida in alta valle: sei denunciati dai carabinieri

CONTROLLI

Condove: "Noi siamo i figli della Monce", in arrivo un docu-film

Condove: "Noi siamo i figli della Monce", in arrivo un docu-film

STORIA E MEMORIA