TENSIONE

Volantini pro-Preiti sui muri di Bussoleno

Anche due lettere minatorie ai sindaci di Meana e Chiomonte

02 Maggio 2013 - 22:40

Volantini pro-Preiti sui muri di Bussoleno

Lettere minatorie ai sindaci di Meana e Chiomonte e una decina di volantini affissi a Bussoleno che inneggiano al gesto di Luigi Preiti, l’uomo che domenica scorsa, mentre il governo Letta prestava giuramento al Quirinale, ha sparato contro due carabinieri di guardia davanti a Palazzo Chigi, ferendo gravemente il brigadiere Giuseppe Giangrande. I manifestini, affissi nella notte tra il 1° e il 2 maggio, sono stati ritrovati ieri mattina in via Traforo e sul ponte Cambursano dai carabinieri della compagnia di Susa, che li hanno acquisiti in attesa di sottoporli ad indagine. Eloquente il titolo: «Gli spari sopra». Al fondo una generica «solidarietà di pelle a Luigi Preiti», ma nessuna firma a rivendicazione del gesto.

su Luna Nuova di venerdì 2 maggio

 

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

ultima ora

Torino No Tav: l'intervento di Alberto Perino dal palco di piazza Castello

Torino No Tav: l'intervento di Alberto Perino dal palco di piazza Castello

MANIFESTAZIONE

8 dicembre: le donne No Tav in corteo a Torino

8 dicembre: le donne No Tav in corteo a Torino

MANIFESTAZIONE

Torino invasa dai No Tav: 70mila in corteo

Torino invasa dai No Tav: 70mila in corteo

MANIFESTAZIONE

Torino No Tav: in migliaia sfilano nelle vie del centro

Torino No Tav: in migliaia sfilano nelle vie del centro

MANIFESTAZIONE

Almese: sul Musiné ricompare la scritta No Tav

Almese: sul Musiné ricompare la scritta No Tav

STAMATTINA

Avigliana, con un bastone in classe per farsi giustizia

Avigliana, con un bastone in classe per farsi giustizia

AGGRESSIONE

Almese: rimossa parte della scritta No Tav sul Musinè

Almese: rimossa parte della scritta No Tav sul Musinè

STAMATTINA

Perla 2.0: Bardonecchia ammoderna l'accoglienza

Perla 2.0: Bardonecchia ammoderna l'accoglienza

TURISMO

il Quartetto Casals

il Quartetto Casals

Haydn, Mozart e Schubert: Ottavio Dantone dirige (e suona) l’Orchestra Rai

CLASSICA