CORONAVIRUS & STORIA

Epidemie: il flagello pellagra, la malattia dei poveri

Colpiva chi si nutriva di polenta e poco altro: a fine 1800 erano 100mila i malati in Italia, quasi tutti contadini

30 Aprile 2020 - 00:31

Epidemie: il flagello pellagra, la malattia dei poveri

Una donna affetta da pellagra chiede la carità con la figlia in braccio

a cura di MASSIMO CENTINI

Così come altre patologie, anche la pellagra rientrava nella categoria delle cosiddette “malattie della povertà” (la più emblematica è certamente la malaria). Va osservato che non si manifestava in forma contagiosa e infettiva, ma ebbe una tale diffusione da assumere le connotazioni soprattutto dal punto vista socio-culturale. All’origine la carenza della vitamina PP e derivati amido e aminoacido, ciò a seguito di un’alimentazione costituita prevalentemente da polenta: il mais è infatti carente delle sostanze indicate. I medici del passato la definivano la “malattia delle tre d”: dermatite, diarrea e demenza. Di fatto le tre fasi di questa forma endemica e cronica, nota dal Settecento e che in Italia raggiunse vertici elevati nell’ultimo ventennio del XIX secolo e nei primi anni del successivo. Nei primi studi sulla malattia (seconda metà del XVIII secolo), la pellagra era anche definita “mal rosso” a seguito degli effetti del primo stadio che colpiva la cute, rendendola ruvida e agra (da cui pellagra). Vi era chi sosteneva che ad accentuarne gli effetti fosse l’esposizione ai raggi solari, ma era una tesi non condivisa da tutti. Certo è che a questo primo stadio succedeva quello della diarrea, con effetti debilitanti, atti a rendere inabile al lavoro e creando la necessità di riposo forzato. Ma lo stadio più temuto era il terzo, quello irreversibile della demenza, con alterazioni sensoriali...

su Luna Nuova di giovedì 30 aprile 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

S.Antonino: in piazza Libertà un "selfie point" creato dal Tarlo

S.Antonino: in piazza Libertà un "selfie point" creato dal Tarlo

TURISMO

Tragedia, maestro di sci di Susa muore travolto dalla valanga

Tragedia, maestro di sci di Susa muore travolto dalla valanga

IN FRANCIA

Tre focolai nei giro di pochi metri, l'ombra del piromane tra Chianocco e S.Giorio

Tre focolai nei giro di pochi metri, l'ombra del piromane tra Chianocco e S.Giorio

INCENDIO

Alcar di Vaie: proroga concordato preventivo e manifestazioni di interesse sul tavolo

Alcar di Vaie: proroga concordato preventivo e manifestazioni di interesse sul tavolo

OCCUPAZIONE

Rivoli, acciuffato il rapinatore con le forbici

Rivoli, acciuffato il rapinatore con le forbici

INDAGINE

Segnale d’allarme-Smart watching: il teatro di Elio Germano in realtà virtuale

Segnale d’allarme-Smart watching: il teatro di Elio Germano in realtà virtuale

SPETTACOLI

Castanicoltura in val Susa: il volume on-line sul sito dell'Unione montana

Castanicoltura in val Susa: il volume on-line sul sito dell'Unione montana

PRODOTTI LOCALI

S.Antonino: principio d'incendio a un camino di via Case Sparse

S.Antonino: principio d'incendio a un camino di via Case Sparse

SOCCORSI

Villarfocchiardo: auto si ribalta sulla statale 25, due feriti

Villarfocchiardo: auto si ribalta sulla statale 25, due feriti

INCIDENTE