CONTAGI

Covid: casi positivi o in isolamento in 145 aziende piemontesi

All'interno delle 234 fabbriche monitorate nell'ultimo mese dalla Fiom-Cgil

23 Novembre 2020 - 22:14

Covid: casi positivi o in isolamento in 145 aziende piemontesi

di MARCO GIAVELLI

Il contagio da Covid-19 si allarga anche nelle fabbriche piemontesi: al 19 novembre sono 234 le aziende sin qui monitorate, di cui 145 hanno casi di lavoratori positivi e/o in isolamento fiduciario. Un trend quasi raddoppiato nell’arco di tre settimane: secondo i dati del 30 ottobre, su un totale di 167 stabilimenti monitorati erano 79 quelli con casi di lavoratori positivi e/o in isolamento fiduciario. Lo rende noto la Fiom-Cgil del Piemonte che in modo empirico, utilizzando i propri rappresentanti sindacali, monitora il mercoledì di ogni settimana, da fine ottobre, l’andamento del contagio e l’utilizzo dello strumento dell’isolamento fiduciario nelle fabbriche metalmeccaniche piemontesi dove il sindacato è presente. Il monitoraggio, che ogni settimana si estende, riguarda appunto 234 aziende: dai dati emerge che con l’ampliarsi del contagio nella società piemontese, anche i luoghi di lavoro non ne sono esenti.

«Crediamo che l’attenzione nei luoghi di lavoro e verso i luoghi di lavoro non debba venire meno - sottolineano in un comunicato stampa il segretario regionale della Fiom-Cgil, Giorgio Airaudo, e il segretario provinciale Edi Lazzi - Siamo preoccupati soprattutto per quanto riguarda la contraddittorietà delle indicazioni nelle fasi iniziali dei contagi o dei sospetti contagi, perché non sempre vengono date le stesse indicazioni dai medici competenti, dai medici di base o dalle Asl. Ad esempio: da quando una lavoratrice o un lavoratore che sospetta un contagio deve mettersi in quarantena fiduciaria? Chi lo decide? Quando? Dove? Chi? In quale tempo può chiedere di effettuare un tampone? E, per ultimo, ma non meno importante, come questi lavoratori vengono retribuiti e da chi in queste condizioni?».

Concludono Airaudo e Lazzi: «I comportamenti appaiono contradditori e spesso sono affidati alla scelta del singolo, mentre andrebbero uniformati: pensiamo che, come suggerisce anche la nota congiunta di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria Piemonte, sarebbe utile attivare a livello provinciale e di categoria un monitoraggio congiunto tra i sindacati e le associazioni datoriali, in modo da avere dati e pratiche comuni per difendere la salute dei lavoratori e mantenere l’apertura dei luoghi di lavoro, segnalando congiuntamente agli enti pubblici le necessità per difendere anche nei luoghi di lavoro la salute pubblica nella nostra regione».

su Luna Nuova di martedì 24 novembre 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Morgan

Morgan

Dalle arpe a Morgan: lo spettacolo in quota tra musica, gite e circo

APPUNTAMENTI CULTURALI

Wooden Elephant

Wooden Elephant

La musica da Boccherini a Björk

MUSICA DAL VIVO

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

CULTURA LOCALE

No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

Tensioni No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

TORINO-LIONE

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

TERRITORIO

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

LUTTO

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

COLDIRETTI

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

DRAMMA

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

FESTIVAL ALTA FELICITÀ