EMERGENZA

Covid: in calo i ricoveri negli ospedali, ieri più guariti che nuovi contagi

Dati confortanti dal bollettino regionale: ora si attende l'inversione della curva

23 Novembre 2020 - 22:14

Covid: in calo i ricoveri negli ospedali, ieri più guariti che nuovi contagi

di MARCO GIAVELLI

La buona notizia è che il calo di pressione sugli ospedali piemontesi inizia a toccarsi con mano, giorno dopo giorno. Il bollettino diffuso ieri dall’Unità di Crisi della Regione parla infatti di un solo ricovero in più in terapia intensiva rispetto a domenica (totale 399) e di 20 ricoverati in meno non in terapia intensiva, per un totale di 5112. Le persone in isolamento domiciliare sono invece 71mila 412. Anche sul fronte dei contagi si registrano numeri confortanti, anche se come ormai noto i dati del lunedì vanno sempre presi con le pinze, poiché risentono del calo fisiologico del numero di tamponi processati durante il week-end festivo: i nuovi contagi emersi ieri sono stati 1730 a fronte di 13mila 529 tamponi eseguiti, con una percentuale di positivi su test effettuati che si attesta al 12,79 per cento, inferiore al dato nazionale che ieri era al 15,4.

Di questi 1730 nuovi positivi, 610 sono asintomatici, pari al 35 per cento. I casi sono così ripartiti: 457 screening, 680 contatti di caso, 593 con indagine in corso; per ambito, 162 in Rsa o strutture socio-assistenziali, 100 scolastico, 1468 popolazione generale. In totale in Piemonte, dall’inizio della pandemia, i casi di persone risultate positive al Covid-19 salgono così a 151mila 305, di cui 81mila 759 in provincia di Torino, 13mila 30 ad Alessandria, 6mila 934 ad Asti, 5mila 286 a Biella, 19mila 920 a Cuneo, 11mila 508 a Novara, 5mila 643 a Vercelli, 4mila 919 nel Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 872 residenti fuori regione ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1434 casi sono in fase di attribuzione territoriale.

Resta alto invece, purtroppo, il numero di decessi segnalati dall’Unità di Crisi: sono 81 le persone positive al test del Covid-19 che hanno perso la vita, di cui 10 verificatesi ieri (il dato di aggiornamento cumulativo comunicato giornalmente comprende anche decessi avvenuti nei giorni precedenti e solo successivamente accertati come decessi Covid). Il totale è ora a quota 5mila 646, di cui 2mila 553 a Torino. I pazienti guariti salgono a 68mila 736, ovvero 1738 in più rispetto a domenica, di cui 39mila 311 nel Torinese. Interessante notare come i guariti superino di otto unità i nuovi contagi riscontrati ieri: un segnale importante per consentire alla curva degli attualmente positivi di imboccare al più presto la strada della discesa.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Chiusa S.Michele: auto in fiamme stamattina in via XXV Aprile

Chiusa S.Michele: auto in fiamme stamattina in via XXV Aprile

INCENDIO

"Val Susa dal Vivo": alta e bassa valle si candidano per un'estate di cultura

"Val Susa dal Vivo": alta e bassa valle si candidano per un'estate di cultura

RASSEGNA

Da oggi Piemonte "zona arancione", ecco cosa si può fare

Da oggi Piemonte "zona arancione", ecco cosa si può fare

CORONAVIRUS

Grande Zacchetti: il giavenese (38°) è il primo degli italiani alla Dakar 2021

Grande Zacchetti: il giavenese (38°) è il primo degli italiani alla Dakar 2021

MOTORI

Pinerolo super: il derby rimane un tabù per il Barricalla Cus Torino

Pinerolo super: il derby rimane un tabù per il Barricalla Cus Torino

VOLLEY - SERIE A2

S.Antonino: in piazza Libertà un "selfie point" creato dal Tarlo

S.Antonino: in piazza Libertà un "selfie point" creato dal Tarlo

TURISMO

Tragedia, maestro di sci di Susa muore travolto dalla valanga

Tragedia, maestro di sci di Susa muore travolto dalla valanga

IN FRANCIA

Tre focolai nei giro di pochi metri, l'ombra del piromane tra Chianocco e S.Giorio

Tre focolai nei giro di pochi metri, l'ombra del piromane tra Chianocco e S.Giorio

INCENDIO

Alcar di Vaie: proroga concordato preventivo e manifestazioni di interesse sul tavolo

Alcar di Vaie: proroga concordato preventivo e manifestazioni di interesse sul tavolo

OCCUPAZIONE