TORINO-LIONE

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Per il deposito di smarino Salbertrand-Susa: l'Unione montana lo ha ribadito stamattina nell'incontro in videoconferenza con la ministra

24 Novembre 2020 - 14:45

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

«Una nuova Valutazione di impatto ambientale è ineludibile»: le amministrazioni comunali dell’Unione montana Valle Susa lo hanno ribadito alla ministra delle infrastrutture e dei trasporti, Paola De Micheli, che hanno incontrato stamattina in videoconferenza, dopo i precedenti due rinvii. Al centro della discussione la Torino-Lione e in particolare la Valutazione di impatto ambientale (Via), ora necessaria sulla nuova variante che prevede di spostare a Susa la gestione del materiale di scavo, con un completo stravolgimento del progetto attuale.

«La ministra De Micheli ha ribadito che la variante proposta da Telt sarà oggetto di una valutazione che rispetterà la normativa vigente - sottolinea il presidente dell'Unione montana Pacifico Banchieri in un comunicato stampa condiviso da tutti i 22 comuni della bassa valle di Susa - Risulta pertanto ineludibile lo svolgimento di una nuova procedura di Valutazione di impatto ambientale con il deposito da parte di Telt di una nuova variante formale del progetto definitivo, a parere degli amministratori. Un percorso istituzionale e autorizzativo che non può ammettere deroghe o sottovalutazioni, tenuto conto dei milioni di tonnellate di materiale di scavo che verrebbero scaricati a Susa e del pesantissimo coinvolgimento dell’intero territorio della bassa valle, con notevoli impatti ambientali, sanitari ed economici al momento completamente indefiniti. Le amministrazioni comunali valsusine hanno da tempo segnalato questa grande criticità a tutti i soggetti competenti. Tra questi anche il ministro dell’ambiente Sergio Costa, il quale purtroppo non ha ancora risposto alle ripetute richieste di incontro pervenutegli».

L’Unione montana Valle Susa si aspetta ora che il ministero delle infrastrutture attivi quanto prima un confronto tecnico nel merito della nuova variante. «Le strutture del ministero sono già edotte delle ampie e documentate argomentazioni tecniche presentate dalla commissione tecnica dell’Unione. Analogamente, si attendono risposte formali anche da Regione Piemonte, cui queste problematiche sono state illustrate nell’incontro dello scorso 16 settembre. Nell’incontro con la ministra delle infrastrutture, le amministrazioni comunali hanno ulteriormente ribadito al governo che gran parte del territorio e degli amministratori della valle di Susa mantiene una posizione di contrarietà al progetto Torino-Lione, richiamando l’attenzione sulla persistente assenza del finanziamento completo per l’opera». L’incontro è terminato con la possibilità di ritrovarsi, appena le prescrizioni sanitarie, lo consentiranno per approfondire le varie tematiche di questo progetto così controverso.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Chiusa S.Michele: auto in fiamme stamattina in via XXV Aprile

Chiusa S.Michele: auto in fiamme stamattina in via XXV Aprile

INCENDIO

"Val Susa dal Vivo": alta e bassa valle si candidano per un'estate di cultura

"Val Susa dal Vivo": alta e bassa valle si candidano per un'estate di cultura

RASSEGNA

Da oggi Piemonte "zona arancione", ecco cosa si può fare

Da oggi Piemonte "zona arancione", ecco cosa si può fare

CORONAVIRUS

Grande Zacchetti: il giavenese (38°) è il primo degli italiani alla Dakar 2021

Grande Zacchetti: il giavenese (38°) è il primo degli italiani alla Dakar 2021

MOTORI

Pinerolo super: il derby rimane un tabù per il Barricalla Cus Torino

Pinerolo super: il derby rimane un tabù per il Barricalla Cus Torino

VOLLEY - SERIE A2

S.Antonino: in piazza Libertà un "selfie point" creato dal Tarlo

S.Antonino: in piazza Libertà un "selfie point" creato dal Tarlo

TURISMO

Tragedia, maestro di sci di Susa muore travolto dalla valanga

Tragedia, maestro di sci di Susa muore travolto dalla valanga

IN FRANCIA

Tre focolai nei giro di pochi metri, l'ombra del piromane tra Chianocco e S.Giorio

Tre focolai nei giro di pochi metri, l'ombra del piromane tra Chianocco e S.Giorio

INCENDIO

Alcar di Vaie: proroga concordato preventivo e manifestazioni di interesse sul tavolo

Alcar di Vaie: proroga concordato preventivo e manifestazioni di interesse sul tavolo

OCCUPAZIONE