CORONAVIRUS

Ufficiale: da lunedì Piemonte in arancione, ma Torino deve ancora attendere

Non è ancora al di sotto dei 250 casi su 100mila abitanti: lo scatto di fascia previsto durante la settimana

10 Aprile 2021 - 00:17

Ufficiale: da lunedì Piemonte in arancione, ma Torino deve ancora attendere

Dopo un mese esatto in rosso, il Piemonte ritorna in "zona arancione" ma non, almeno per il momento, le province di Torino e Cuneo, che contano comunque di centrare l'obiettivo nell'arco della prossima settimana. Dopo gli auspici espressi giovedì dal governatore Alberto Cirio, la conferma è arrivata venerdì sera dal ministro della salute Roberto Speranza, che ha ufficializzato il cambio di colore a partire da lunedì 12 aprile segnalando però che nelle due province l’incidenza è ancora sopra la soglia di allerta: per questo motivo in tutto il Torinese e il Cuneese, alla luce del nuovo decreto, verranno mantenute le misure più restrittive fino all’abbassamento dell’incidenza al di sotto dei 250 casi su 100mila abitanti. Fino a qualche giorno fa si era detto che il Piemonte, in ogni caso, sarebbe rimasto in "zona rossa" fino al 18 aprile: un orizzonte errato poiché a ben vedere il governo Draghi, quando ha previsto il nuovo parametro dei 250 casi su 100mila abitanti per l'ingresso in "zona rossa", non ha inserito nella norma il limite delle due settimane di durata che vale invece per l'indice Rt. Poiché l'incidenza sui 100mila abitanti viene riconsiderata ogni sette giorni, è sufficiente una settimana per lo scatto di fascia.

Oggi alle 13 la Regione ha convocato un incontro con gli epidemiologi e gli esperti dell’Unità di Crisi, a cui è stata chiesta una relazione tecnica sui tempi previsti per il rientro della soglia di allerta in queste due province, dove la "zona arancione" potrebbe scattare qualche giorno dopo, presumibilmente a metà della prossima settimana tra mercoledì e giovedì. Questa situazione non inciderà comunque sulle scuole: dopo il ritorno in presenza dall'infanzia fino alla prima media avvenuto mercoledì, in tutta la Regione gli studenti torneranno regolarmente sui banchi a partire da lunedì 12 aprile, al 100 per cento fino alla terza media e al 50 per le superiori, incluse le province di Torino e Cuneo. Le altre novità in vigore a partire da lunedì, e per Torino e Cuneo da quando saranno al di sotto della soglia di allerta, sono il potersi di nuovo muovere liberamente all'interno del proprio comune senza autocertificazione e, per i comuni sotto i 5mila abitanti, il potersi spostare nel raggio di 30 chilometri. Ritorna inoltre la possibilità di rendere visita a parenti e amici una volta al giorno, verso una sola abitazione, all'interno del proprio comune o nell'arco dei 30 chilometri per i piccoli comuni, in massimo due persone più eventuali disabili o minori di 14 anni. Potranno riaprire tutti i negozi al dettaglio, barbieri, parrucchieri, centri estetici e i banchi extra-alimentari nei mercati. Per bar e ristoranti, invece, non cambierà nulla: asporto fino alle 18 per i bar senza cucina, fino alle 22 per i ristoranti, consegne a domicilio consentite senza limiti d'orario.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Morgan

Morgan

Dalle arpe a Morgan: lo spettacolo in quota tra musica, gite e circo

APPUNTAMENTI CULTURALI

Wooden Elephant

Wooden Elephant

La musica da Boccherini a Björk

MUSICA DAL VIVO

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

CULTURA LOCALE

No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

Tensioni No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

TORINO-LIONE

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

TERRITORIO

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

LUTTO

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

COLDIRETTI

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

DRAMMA

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

FESTIVAL ALTA FELICITÀ