PROTESTA

S.Didero, i cinque No Tav sul tetto del presidio: «Determinati a resistere»

Gli attivisti sono asserragliati da ieri sera nella casetta di legno costruita sui ruderi dell'ex autoporto

13 Aprile 2021 - 15:36

S.Didero, i cinque No Tav sul tetto del presidio: «Determinati a resistere»

La vista dal tetto dell'ex autoporto, su cui i No Tav hanno costruito il loro avamposto di resistenza

di MARCO GIAVELLI

 

«Siamo attrezzati per stare qua fino a quando sarà necessario, determinati a resistere». A parlare sono i cinque attivisti No Tav che lunedì sera, quando ormai il blitz della polizia a San Didero si profilava all'orizzonte, hanno deciso liberamente di salire sul tetto del vecchio autoporto diroccato come estrema forma di resistenza allo sgombero dell'area da recintare per la costruzione del nuovo autoporto collegato alla realizzazione della Torino-Lione. Ad ospitarli, là sopra, c'è la casetta di legno costruita nei mesi scorsi dagli attivisti del presidio, attrezzata con materassi e coperte per la notte. I cinque sono Luca, Luca, Emilio, Monica e Alessandro: non ci tengono a rivelare la loro identità fino in fondo perché «non cerchiamo notorietà: quello che facciamo lo facciamo per il movimento No Tav e per difendere la valle di Susa da quest'opera devastante».

Dall'alto, e da una certa distanza, hanno assistito per tutta la notte agli scontri tra No Tav e forze dell'ordine, «soprattutto ad un notevole lancio di lacrimogeni, sparati anche ad altezza uomo, con il gas fortunatamente mitigato dal forte vento, che per una volta ha giocato a nostro favore. Alcuni sono arrivati anche qui sopra e hanno colpito uno di noi: avevamo timore per la casetta di legno, che non è ignifuga, ma per fortuna non ha corso rischi. Al momento la situazione è tranquilla e nessuno sembra occuparsi di noi. Anzi, tra le forze dell'ordine vediamo un clima di grande rilassatezza. Mafia e camorra morirebbero dal ridere nel vedere queste scene, e questo ci fa grande rabbia».

L'area del futuro cantiere è già stata in parte recintata: «L'accesso per i mezzi da lavoro è avvenuto dall'area a fianco, di proprietà di una ditta locale che evidentemente ha voluto rendersi complice di questo sgombero mettendo a disposizione mezzi e forza lavoro». Intanto, con la statale 25 chiusa al traffico dalla polizia agli incroci di San Didero e Bruzolo, dove le auto vengono deviate verso le strade interne, alle 16 nel piazzale del Baraccone i sindaci No Tav e il presidente dell'Unione montana Valle Susa, Pacifico Banchieri, terranno una conferenza stampa per fare il punto della situazione e preannunciare verosimilmente nuove iniziative da parte delle istituzioni. Poi, alle 18, appuntamento al centro polivalente di San Didero per una manifestazione.

 

Servizio completo su Luna Nuova di venerdì 16 aprile 2021

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Grugliasco, si era dato fuoco: muore dieci giorni dopo

Grugliasco, si era dato fuoco: muore dieci giorni dopo

TRAGEDIA

Borgone, S.Antonino e Rivoli piazze dello spaccio: dieci misure cautelari

Borgone, S.Antonino e Rivoli piazze dello spaccio: dieci misure cautelari

DROGA

Vaie: Elisa Morello e Giuseppina Picco vincono il "Canestrello d'Oro"

Vaie: Elisa Morello e Giuseppina Picco vincono il "Canestrello d'Oro"

BISCOTTO TIPICO

Rubiana: incendio di un tetto in strada Boschetto

Rubiana: incendio di un tetto in strada Boschetto

OGGI POMERIGGIO

S.Didero, protesta No Tav alle recinzioni del cantiere dell'autoporto

S.Didero, protesta No Tav alle recinzioni del cantiere dell'autoporto

OGGI POMERIGGIO

"Crescerà se ne avrai cura": è spuntato a Vaie il gazebo per maestra Fulvia

"Crescerà se ne avrai cura": è spuntato a Vaie il gazebo per maestra Fulvia

RICORDO

Luca Vergnano convocato per i Mondiali Special Olympics

Luca Vergnano insieme ad Enrico Rossi, direttore degli impianti di Bardonecchia

Luca Vergnano convocato per i Mondiali Special Olympics

INCLUSIONE

Pianezza, la Gualandi premiata al concorso della Fila

Pianezza, la scuola Gualandi premiata al concorso della Fila

ISTRUZIONE

Caravaggio, Narciso, 1597-1599 Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma Per gentile concessione delle Gallerie Nazionali di Arte Antica (MIBCT) – Biblioteca Hertziana, Istituto Max P

Caravaggio, Narciso, 1597-1599 Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma Per gentile concessione delle Gallerie Nazionali di Arte Antica (MIBCT) – Biblioteca Hertziana, Istituto Max P

Il Narciso di Caravaggio e Achille Bonito Oliva giovedì al Castello

ARTE