POLITICA

Parla valsusino il nuovo vicesindaco metropolitano: è Jacopo Suppo, primo cittadino di Condove

Assegnate le deleghe dal sindaco Lo Russo: si occuperà anche di lavori pubblici, infrastrutture e sviluppo montano

11 Gennaio 2022 - 16:18

Parla valsusino il nuovo vicesindaco metropolitano: è Jacopo Suppo, primo cittadino di Condove

Jacopo Suppo, sindaco di Condove, insieme a Marco Bussone, presidente nazionale Uncem, sul palco dell'ultima Fiera della Toma

La valle di Susa esprimerà il vicesindaco metropolitano per i prossimi cinque anni: sarà infatti Jacopo Suppo, sindaco Pd di Condove, a ricoprire la carica di numero due del sindaco Stefano Lo Russo in Città metropolitana. La nomina, che verrà sancita domani mattina durante l'insediamento del nuovo consiglio metropolitano, è stata ufficializzata nel pomeriggio dallo stesso sindaco metropolitano, che ha comunicato la squadra di consiglieri delegati che lo affiancherà per il prossimo quinquennio, e che corrisponde nei fatti ad una giunta. Una nomina che rappresenta anche un riconoscimento politico per la valle di Susa, che ha saputo presentarsi unita alle elezioni metropolitane sostenendo la candidatura di Suppo praticamente in blocco.

«Le diverse competenze ed esperienze dei consiglieri metropolitani delegati rappresenteranno un valore aggiunto importante per guidare al meglio la Città metropolitana di Torino - dichiara il sindaco metropolitano Stefano Lo Russo - Grazie ai fondi del Pnrr avremo le risorse economiche per supportare il territorio e gli enti locali progettando insieme la ripartenza: l’ascolto delle istanze della comunità sarà la base di partenza per dimostrare che la Città metropolitana c’è ed è vicina ai comuni anche ai più piccoli. Abbiamo di fronte sfide importanti e il livello metropolitano è l’ambito territoriale giusto per affrontarle e creare sviluppo».

I consiglieri delegati sono tre uomini e tre donne, sindaci e consiglieri comunali. Domani, mercoledì 12 gennaio, alle 11 nel corso della seduta di insediamento e convalida dei 18 consiglieri metropolitani eletti il 19 dicembre scorso, Lo Russo illustrerà al nuovo consiglio metropolitano le deleghe assegnate a sei componenti della lista di centrosinistra "Città di Città". Il sindaco metropolitano gestirà direttamente le deleghe ad affari istituzionali, affari legali e avvocatura, comunicazione e promozione, coordinamento del Pnrr, relazioni e progetti europei ed internazionali e risorse umane.

Come vicesindaco metropolitano con deleghe a lavori pubblici, gare e contratti, infrastrutture, sviluppo montano, patrimonio, partecipate, assistenza enti locali, rapporti con il territorio e i cittadini, è stato appunto designato Jacopo Suppo: la sua nomina viene dunque incontro alla richiesta dell'Uncem, che aveva caldeggiato la proposta di indicare come vicesindaco il rappresentante di un piccolo comune, e Condove lo è con i suoi 4mila 600 abitanti. Non dimentichiamo che quello di vicesindaco è un ruolo-chiave per le attività dell'ente: quasi un "sindaco di fatto", dal momento che in base alla legge Delrio il sindaco del capoluogo di regione, una volta eletto, diventa in automatico anche sindaco metropolitano, ed è materialmente impensabile per chiunque poter gestire parimenti entrambe le cariche.

A Sonia Cambursano, sindaca di Strambino, vanno le deleghe a sviluppo economico, attività produttive, turismo, pianificazione strategica. A Caterina Greco, consigliera comunale di Torino, le deleghe a bilancio, istruzione, sistema educativo, orientamento, rete scolastica e infanzia. A Valentina Cera, consigliera comunale di Nichelino, le deleghe a politiche giovanili, politiche sociali e di parità, tutela e promozione lingue madri, biblioteca storica. A Pasquale Mazza, sindaco di Castellamonte, le deleghe a pianificazione territoriale e difesa del suolo, trasporti, protezione civile. A Gianfranco Guerrini, sindaco di Vinovo, le deleghe ad ambiente e vigilanza ambientale, risorse idriche e qualità dell’aria, tutela flora e fauna, parchi e aree protette, sistema informativo e provveditorato. Come capogruppo della lista di centrosinistra "Città di Città" in consiglio metropolitano è stata individuata Rossana Schillaci, capogruppo Pd del Comune di Venaria e rappresentante della zona ovest.

Plaude dunque l'Uncem, soddisfatta per la nomina a vicesindaco di un esponente di un piccolo Comune: «A Torino il patto urbano-montano potrà crescere, essere più forte, grazie alle deleghe che il sindaco della Città metropolitana, Stefano Lo Russo, ha affidato oggi - affermano in una nota il presidente di Uncem Piemonte, Roberto Colombero, e il presidente nazionale Marco Bussone con il presidente onorario Lido Riba - Jacopo Suppo, sindaco di Condove, Comune montano della val di Susa, sarà il vice di Lo Russo in corso Inghilterra e si occuperà, tra le altre questioni a lui affidate, di montagna ed enti locali. Una buona, importante soluzione quella individuata dal primo cittadino del capoluogo, per rendere Torino vera "Città delle Alpi", per rinsaldare i legami tra i 312 comuni, di cui 150 montani, della più grande Città metropolitana d'Italia, per recuperare un senso di coesione che la Città ha sempre avuto nella sua storia con le valli e le aree rurali. Era rimasto per diversi decenni nascosto, questo legame, ora potrà, dovrà crescere. Uncem sarà impegnata nel lavoro di continuo dialogo e interazione, come in sede regionale, con Lo Russo, con il vice Suppo, con tutta la squadra scelta oggi che vede impegnati sindaci di piccoli e medi comuni. Una dimensione nuova, metromontana, nel quadro europeo e delle Alpi-cerniera, che accogliamo positivamente, grazie a una serie di donne e uomini, eletti nelle tre liste di amministratori, che potrà dare risposte anche su una sostanziale integrazione tra territori con vocazioni diverse, ma uniti in un quadro vincente di crescita, inclusione, superamento delle sperequazioni, positivo uso delle risorse economiche che saranno a disposizione nei prossimi anni. Ringraziamo il sindaco Lo Russo e l'assessora alla Città metropolitana e metromontana Gianna Pentenero per aver accolto anche le istanze dei sindaci dei comuni montani espresse negli ultimi giorni».

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Condove: brucia un pullman nel deposito di via Roma

Condove: brucia un pullman nel deposito di via Roma

INCENDIO

Trana, documenti irregolari: "bocciate" tutte e quattro le liste

Trana, documenti irregolari: "bocciate" tutte e quattro le liste

ELEZIONI COMUNALI 2022

Flash-mob in piazza Castello dalla parte dei disabili

Stefano Olivetti ed Elena Vezzani

Flash-mob in piazza Castello dalla parte dei disabili

INCLUSIONE

S.Ambrogio: salvati tre escursionisti dispersi nei boschi della Sacra

S.Ambrogio: salvati tre escursionisti dispersi nei boschi della Sacra

SOCCORSO ALPINO

Il benvenuto della diocesi di Torino a monsignor Roberto Repole

Il benvenuto della diocesi di Torino a monsignor Roberto Repole

ORDINAZIONE

Avigliana, l'ultimo saluto della città a Remo Castagneri

Avigliana, l'ultimo saluto della città a Remo Castagneri

POLITICA IN LUTTO

Grugliasco fa squadra con Film Commission e Museo del cinema

Grugliasco fa squadra con Film Commission e Museo del cinema

SVILUPPO

Rivoli, la polizia dona ai profughi scarpe e giubbotti sequestrati

Rivoli, la polizia dona ai profughi scarpe e giubbotti sequestrati

SOLIDARIETÀ

Borgone: l'autogru dei vigili del fuoco recupera le bobine rotolate in strada

Borgone: l'autogru dei vigili del fuoco recupera le bobine rotolate in strada

DISAGI