Tav: «Con il governo tecnico vogliamo un confronto tecnico»

Un confronto "tecnico" con il "governo tecnico".

25 Novembre 2011 - 18:36

I lavori per il nuovo presidio a Giaglione
Un confronto "tecnico" con il "governo tecnico". E' quello che chiede la Comunità montana con, appunto, i suoi tecnici. La richiesta al nuovo presidente del Consiglio Mario Monti è per uno stop ai lavori alla Maddalena per riprendere il confronto sull'utilità economica e trasportistica della Torino-Lione. Intanto a Giaglione, è stato raggiunto un compromesso tra i No Tav e i firmatari della petizione per la negazione del permesso dell'edificazione del nuovo presidio: verrà costruito e in seguito «spostato».

 

Su Luna Nuova di venerdì 25 novembre

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

TORINO-LIONE

Rivalta, droga nell'auto: due gemelli in manette

Rivalta, droga nell'auto: due gemelli in manette

CRMINALITA'

No Tav, condanna per Dana Lauriola: «È una persecuzione politica»

No Tav, condanna per Dana Lauriola: «È una persecuzione politica»

PROTESTA

Condove: disperso un uomo di 79 anni, ricerche in corso

Condove: disperso un uomo di 79 anni, ricerche in corso

SULLA MONTAGNA

Collegno, da domani basta auto nel parcheggio della Gramsci

Collegno, da domani basta auto nel parcheggio della Gramsci

VIABILITA'

Alpignano, entro il 2021 poliambulatorio al Movicentro

Alpignano, entro il 2021 poliambulatorio al Movicentro

SANITA'

Almese: taglio dei parlamentari, quale risparmio e quali rischi?

Almese: taglio dei parlamentari, quale risparmio e quali rischi?

REFERENDUM