FASE 2

Vestiti ma preoccupati: difficile prendere le misure alla crisi

Abbigliamento e mercerie subito alle prese con la "prudenza da portafoglio". Da Boetto, il tempio che in 160 anni non aveva mai chiuso

22 Maggio 2020 - 00:21

Vestiti ma preoccupati: difficile prendere le misure alla crisi

Riaprono quelli che ti vestono. Quelli che ti consolano per la taglia in più che hai messo sù in quarantena. Quelli che prima della pandemia ti vedevano solo ai saldi, ma andava bene lo stesso. Quelli che dopo la pandemia ti faranno compagnia nella crisi: meno soldi in tasca (non tutti, ma tanti), molta prudenza nello spendere, un rapporto che era basato sulla fiducia e che forse non sarà più lo stesso. Quelli che ti vestivano, da tempo combattevano la crisi provocata dagli acquisti on-line e dalle offerte a tutto campo dei centri commerciali, dei grandi magazzini. Lunedì hanno rialzato la saracinesca: fedeli al quartiere, al paese, attenti tanto alla tradizione quanto alle nuove tendenze, hanno spezzato un sorriso in nome della vecchia amicizia con il cliente...

Che poi la notizia più importante non è: riapre Boetto Abbigliamento. La notizia più importante è: incredibile, stavolta Boetto è rimasto chiuso. Dove non erano riuscite le difficoltà di fine Ottocento e le guerre del Novecento, è riuscito l’invisibile virus. Dal 1860 lo storico negozio di abbigliamento di Sant’Ambrogio si era fermato solo per le feste comandate. Un record interrotto dal coronavirus l’11 marzo, per due mesi di serrata continua mai visti prima. I giorni del lockdown sono stati anche quelli della beffa, per l’ultima generazione dei Boetto guidata da Franco: «Sono nato qui dentro, al piano di sopra. Una famiglia molto legata alla sua storia. Al prossimo lockdown, scrivo un libro...». Il sorriso sta tornando. Ma non è stato facile incassare il doppio colpo: il danno economico dello stop, la stizza per aver visto interrompersi una tradizione...

su Luna Nuova di venerdì 22 maggio 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Grugliasco, la droga si pagava con le criptovalute

Grugliasco, la droga si pagava con le criptovalute

CRIMINALITA'

Denunciato per furto aggravato su un treno Bardonecchia-Torino

Denunciato per furto aggravato su un treno Bardonecchia-Torino

A PORTA NUOVA

Almese: nuova veste per il sito Internet del Comune

Almese: nuova veste per il sito Internet del Comune

PAGINA WEB

No Tav: Dana Lauriola e le altre detenute sospendono lo sciopero della fame

Dana Lauriola abbracciata dai No Tav, la mattina del suo arresto a Bussoleno nel settembre scorso

No Tav: Dana Lauriola e le altre detenute sospendono lo sciopero della fame

PROTESTA

"I bambini di Ilse" nel giorno della memoria con le Unioni montane valsusine

"I bambini di Ilse" nel giorno della memoria con le Unioni montane valsusine

OLOCAUSTO

S.Antonino: i pompieri domano un incendio camino lungo la statale 25

S.Antonino: i pompieri domano un incendio camino lungo la statale 25

SOCCORSI

Vaie: sterpaglie a fuoco sul sovrappasso ferroviario

Vaie: sterpaglie a fuoco sul sovrappasso ferroviario

INCENDIO

Sestriere: due scialpinisti salvati dall'elicottero sul Fraiteve

Sestriere: due scialpinisti salvati dall'elicottero sul Fraiteve

SOCCORSO

Susa: sequestrati 6,6 kg di cocaina, due "corrieri" in manette

Susa: sequestrati 6,6 kg di cocaina, due "corrieri" in manette

CARABINIERI