ANIMALI

Mika e Zoe, salvati dal veleno, trovano una nuova famiglia a Susa

A settembre erano sopravvissuti alla lumachina a Signols

20 Novembre 2020 - 00:15

Mika e Zoe, salvati dal veleno, trovano una nuova famiglia a Susa

di CLAUDIO ROVERE

Mika è un giocherellone e dopo non più di 5 minuti era già sulle ginocchia del giornalista e giocava con il suo taccuino. Zoe invece è più taciturna e diffidente e una volta appurato che un estraneo era entrato in casa è andata a cercare un rifugio sicuro in una scrivania e non si è fatta più vedere per tutta la sera. Mika e Zoe, fratello e sorella di un’età orientativamente di quattro mesi, sarebbero due gatti “normali”, grigi tigrati, se non fosse per la storia terribile che, per fortuna, si sono ormai lasciati alle spalle.

I due micetti sono infatti vivi per miracolo. Lo scorso 30 settembre erano stati raccolti quasi agonizzanti dai volontari dell’associazione “Lilli e i vagabondi Alta valle Susa” di Oulx nella colonia felina di Signols. Qualcuno, privo di scrupoli, aveva messo sulla loro strada del lumachicida e ai due batuffoli di pelo era stato sufficiente ingerirne anche solo una piccola quantità per rimanere avvelenati. Ma i volontari di “Lilli e i vagabondi” non si erano persi d’animo e con la cure fornite dal pronto soccorso veterinario erano riusciti a salvarli. Un piccolo miracolo e ora, dopo la necessaria convalescenza, Mika e Zoe hanno trovato anche una casa. «Abbiamo vagliato diverse richieste - spiega Daniela Gay, una delle responsabili dell’associazione - e alla fine siamo riuscite nel nostro intento, che era quello di farli adottare in coppia, per non separarli».

Così Mika e Zoe da poco più di tre settimane sono a Susa, al primo piano di uno stabile di corso Unione Sovietica. Ad accoglierli nella loro nuova vita Fulvia Di Stefano e Angelo Gorrino, compagni nella vita e accomunati anche dalla passione per gli animali, in special modo i gatti. «Eravamo appena usciti dall’esperienza traumatica della morte dei nostri Pedro e Cleo, 13 e 14 anni, di cui gli ultimi cinque trascorsi con una malattia gastroenterica decisamente invalidante e impegnativa anche dal punto di vista emotivo per noi - svelano Fulvia e Angelo, mentre mostrano le immagini dei due splendidi gatti neri appese alle pareti - siamo stati veramente male ed eravamo indecisi se riprendere o meno altri gatti, perchè è stata veramente un’esperienza dolorosa, ma poi abbiamo visto l’annuncio di Lilli e i vagabondi dell’Alta val Susa e ci siamo detti, “aspettiamo qualche giorno, poi se ne nessuno li adotta lo facciamo noi”, e così è stato, forse era destino».

Mika e Zoe, che non mostrano più i segni della loro sfortunata esperienza anche se sono sotto monitoraggio veterinario, si sono subito ambientati nella loro nuova famiglia. «Mika è come se fosse sempre stato qui - raccontano Fulvia e Angelo - è intraprendente, un vero “gatto esploratore”, è sempre alla ricerca di coccole e si produce in fusa molto rumorose, Zoe è invece quasi l’opposto, è molto timida, anche se a volte dimostra intraprendenza quando segue il fratello nelle inevitabili marachelle della loro giovane età, con noi non ha mostrato subito affetto e soltanto dopo tre settimane si è avvicinata, una sera quando eravamo sul divano, per salire sulle nostre ginocchia; nel frattempo la prima sera avevamo dovuto praticamente smontare il frigorifero perchè si era nascosta lì dietro e non ne voleva più sapere di uscire».

Così, mentre Mika cerca di rubarci la penna per giocarci sul pavimento come fosse un topolino, Zoe guarda la scena da distante, ben riparata in un cassetto della scrivania dello studio di Angelo. «Non riusciamo a capire come si possa essere così crudeli e voler avvelenare due splendidi animali come questi, che in poche settimane hanno già conquistato il nostro cuore - dicono in coro Fulvia e Angelo - ci stanno dando tanto amore e noi cercheremo di dargliene almeno altrettanto, se lo meritano». Mika e Zoe la loro seconda chances se la stanno giocando decisamente bene. 

Su Luna Nuova di venerdì 20 novembre 2020

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

Collegno, stop alle auto davanti alla scuola Leumann

VIABILITA'

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

La cultura valsusina ha perso il maestro Marcello Oliveri

LUTTO

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

Tav, i sindaci alla De Micheli: «Una nuova "Via" è ineludibile»

TORINO-LIONE

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

Rivoli, panettoni per il personale del Pronto soccorso

SANITA'

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

Rivoli: a Cascine Vica avanza il cantiere per la metropolitana

TRASPORTI

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

Alpignano, lavori al ponte al via in primavera

VIABILITA'

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

Villardora, al via i tamponi rapidi: ecco come funzionano

CORONAVIRUS

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

Tav, incontro governo-sindaci rinviato a venerdì mattina

TORINO-LIONE

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

Tav: mercoledì l'incontro tra l'Unione montana e la ministra De Micheli

TORINO-LIONE