EMERGENZA

Rivoli, per il vaccino Covid si va al Museo

Da ieri al Castello è attivo il nuovo hub dell'Asl To3 aperto dal giovedì alla domenica in grado di accogliere 100 pazienti al giorno

29 Aprile 2021 - 22:52

Rivoli, per il vaccino Covid si va al Museo

GUARDA IL VIDEO

di STEFANO TONIOLO

Ha preso via ieri il nuovo hub vaccinale al Museo di arte contemporanea. I luoghi dove verranno somministrate le dosi sono quelli della Manica Lunga, più precisamente al terzo piano. Si tratta di un progetto pilota del Museo di arte contemporanea, in collaborazione l’Asl To3 e il Comune, a sostegno del piano nazionale di vaccinazione Covid-19. Il Castello è il primo museo d’arte contemporanea al mondo che destina sale espositive a sede vaccinale. Erano presenti al taglio del nastro, oltre all’amministrazione comunale, il presidente della Regione Alberto Cirio, la direttrice del Museo d’arte contemporanea Carolyn Christov-Bakargiev, la presidente del museo Francesca Lavazza e la direttrice dell’Asl To3 Franca Dall’Occo.

In occasione dell’iniziativa, l’artista Claudia Comte ha creato appositamente una nuova opera sonora che sarà diffusa nelle sale in cui si tiene l’attività sanitaria. L’opera si intitola The Pattern That Connects, ed stata composta con la collaborazione di Egon Elliut. «Ieri ero a Verbania sul Lago Maggiore e c’era il punto pubblico nel teatro meraviglioso e quello privato a servizio del pubblico in una villa stupenda. E oggi qui a Rivoli, grazie alla presidente Lavazza e al mio amico sindaco - ha commentato Cirio - Grazie di cuore, perché siamo a 230 hub vaccinali come questo su tutto il territorio piemontese, uniti ai mille medici di medicina generale che vaccinano nei propri ambulatori e che finalmente stanno ricevendo le dosi che siamo riusciti a ottenere in più, perché abbiamo ottenuto ieri 10mila dosi in più di AstraZeneca, che ci permettono di affrontare questi giorni per arrivare a lunedì, quando ne arriveranno 132mila. Abbiamo dovuto affrontare questi giorni con l’affanno della carenza di AstraZeneca, compensata però da Pfizer e Moderna, che ci hanno permesso di dotare tutti i nostri centri delle aziende sanitarie delle cartucce necessarie per poter raggiungere gli obiettivi. Obiettivi che abbiamo posto a 20mila per fine marzo che abbiamo raggiunto, a 30mila per metà aprile che abbiamo raggiunto. Oggi dobbiamo veleggiare verso l’obiettivo dei 40mila: la macchina è pronta per farli».

Di fatto questo hub dovrebbe rispondere alla richiesta di un ulteriore punto vaccinale, in modo da permettere ai rivolesi di non recarsi in altri comuni. Del progetto si parla già da inizio anno, quando era arrivato l’annuncio direttamente dal sindaco Andrea Tragaioli. Ora tutto va a compimento: «Un momento importante per la nostra città - commenta il primo cittadino - L’arte che cura, l’arte come cura. I cittadini e le cittadine affronteranno il momento del vaccino immersi nelle opere d’arte e nelle installazioni create per l’occasione. Un connubio perfetto tra salute del corpo e della mente. Abbiamo aderito con entusiasmo a questo progetto e ci auguriamo che diventi esempio per altre città. Ringrazio a nome mio e di tutta l’amministrazione comunale anche tutti i volontari, medici, infermieri che stanno lavorando instancabilmente al piano vaccinale».

Intanto, oltre ai complimenti per il progetto, si registra anche qualche perplessità: «Non vogliamo che ci resti il solo primato nazionale di un punto vaccinale al terzo piano. Il Castello si aggiunge così al punto vaccinale dell’ospedale (dove i parcheggi sono sempre pieni). Sicuramente una possibilità in più, ma non di certo la soluzione al tema vaccini (il punto vaccinale al castello sarà infatti aperto dalle 10 alle 16, tre giorni alla settimana) - lamenta il segretario del circolo del Partito democratico rivolese Alessandro Errigo - Provando a ipotizzare due numeri: questo punto potrà vaccinare poco più di 1.000 persone al mese, per vaccinare 10mila rivolesi occorreranno pertanto dieci mesi, nove ad essere ottimisti. Quello che lamentiamo e su cui stiamo sollecitando l’amministrazione è una maggiore proattività su questo tema. Rivoli ha bisogno di un punto vaccinale importante, facile da raggiungere e con spazi adeguati (logistica, parcheggi, ...)».

su Luna Nuova di venerdì 30 aprile 2021

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Grugliasco, si era dato fuoco: muore dieci giorni dopo

Grugliasco, si era dato fuoco: muore dieci giorni dopo

TRAGEDIA

Borgone, S.Antonino e Rivoli piazze dello spaccio: dieci misure cautelari

Borgone, S.Antonino e Rivoli piazze dello spaccio: dieci misure cautelari

DROGA

Vaie: Elisa Morello e Giuseppina Picco vincono il "Canestrello d'Oro"

Vaie: Elisa Morello e Giuseppina Picco vincono il "Canestrello d'Oro"

BISCOTTO TIPICO

Rubiana: incendio di un tetto in strada Boschetto

Rubiana: incendio di un tetto in strada Boschetto

OGGI POMERIGGIO

S.Didero, protesta No Tav alle recinzioni del cantiere dell'autoporto

S.Didero, protesta No Tav alle recinzioni del cantiere dell'autoporto

OGGI POMERIGGIO

"Crescerà se ne avrai cura": è spuntato a Vaie il gazebo per maestra Fulvia

"Crescerà se ne avrai cura": è spuntato a Vaie il gazebo per maestra Fulvia

RICORDO

Luca Vergnano convocato per i Mondiali Special Olympics

Luca Vergnano insieme ad Enrico Rossi, direttore degli impianti di Bardonecchia

Luca Vergnano convocato per i Mondiali Special Olympics

INCLUSIONE

Pianezza, la Gualandi premiata al concorso della Fila

Pianezza, la scuola Gualandi premiata al concorso della Fila

ISTRUZIONE

Caravaggio, Narciso, 1597-1599 Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma Per gentile concessione delle Gallerie Nazionali di Arte Antica (MIBCT) – Biblioteca Hertziana, Istituto Max P

Caravaggio, Narciso, 1597-1599 Gallerie Nazionali di Arte Antica, Palazzo Barberini, Roma Per gentile concessione delle Gallerie Nazionali di Arte Antica (MIBCT) – Biblioteca Hertziana, Istituto Max P

Il Narciso di Caravaggio e Achille Bonito Oliva giovedì al Castello

ARTE