CORONAVIRUS

Green Pass dal 6 agosto, ma basterà una sola dose di vaccino

Anche per bar e ristoranti ma solo seduti al chiuso, non al bancone. Valli e cintura, infetti in salita (+62% ) ma numeri ancora contenuti

22 Luglio 2021 - 23:24

Green Pass dal 6 agosto, ma basterà una sola dose di vaccino

di MARCO GIAVELLI

Il Green Pass all’italiana è arrivato: scatterà a partire da venerdì 6 agosto anche per accedere a bar e ristoranti (ma solo se si mangia e si beve al chiuso seduti al tavolo, non all’aperto e non al bancone), oltre che a palestre, cinema, teatri, musei, mostre, piscine, centri termali, fiere, convegni, congressi, parchi tematici, parchi divertimento, sagre, sale gioco, sale scommesse e sale bingo, concorsi pubblici stadi e palazzetti per eventi sportivi o concerti. Niente da fare invece per le discoteche, che resteranno chiuse anche in “zona bianca”. Per avere il Green Pass, che sarà necessario a prescindere dal colore della regione, basterà una sola dose di vaccino, il tampone negativo o essere guariti dal Covid nei sei mesi precedenti: saranno dispensati solo gli esclusi dalla campagna vaccinale (under 12) e chi non può vaccinarsi per motivi di salute sulla base di idonea certificazione medica rilasciata dal ministero. È questa la faticosa mediazione raggiunta ieri durante la cabina di regia guidata dal premier Mario Draghi. Il decreto legge è stato approvato dal consiglio dei ministri e dovrebbe entrare in vigore già da oggi, venerdì 23 luglio, per evitare che con i parametri attualmente in vigore alcune regioni passino in “zona gialla”: restano comunque possibili eventuali modifiche da parte del parlamento.

Rinviate invece, almeno per ora, le norme sull’uso del Green Pass per accedere ai mezzi di trasporto, sia quelli a lunga percorrenza, come treni, navi e aerei, sia quelli pubblici locali, come autobus, tram e metropolitane: se ne riparlerà comunque a breve, ma le novità potrebbero essere introdotte da settembre. Salta anche l’obbligo di vaccinazione per i docenti e i dipendenti della scuola, di cui si era parlato nei giorni scorsi. Quanto alle soglie per il cambio di colore, il limite tra la “zona bianca” e la “zona gialla” sarà stabilito dalla percentuale di occupazione dei posti letto disponibili, che andrà ad aggiungersi al criterio dell’incidenza dei casi (50 ogni 100mila abitanti): alla fine la mediazione si è trovata al 10 per cento per le terapie intensive e al 15 per i reparti ordinari. Per passare in “zona arancione” le soglie sono state fissate al 20 per le terapie intensive e al 30 per le aree mediche. Si entrerà in “zona rossa” quando le terapie intensive saranno piene più del 30 e i reparti ordinari più del 40. Infine la proroga dello stato di emergenza, scontata, fino al prossimo 31 dicembre.

Intanto anche in valli e cintura la curva dei contagi torna a lievitare: le percentuali roboanti non devono ingannare, trattandosi di numeri molto ridotti in termini assoluti, ma si tratta comunque di un campanello d’allarme. Secondo i dati della mappa Covid aggiornati alle 18,30 di ieri, il totale degli attualmente positivi è di 148 (+57), con un aumento settimanale del 62,64 per cento. Restano ancora molti, in ogni caso, i comuni Covid-free, soprattutto in valle di Susa, mentre quelli dove la crescita è palpabile sono Sestriere (a causa del focolaio all’ex Villaggio Olimpico), Bruino, Giaveno e Rivoli.

In valle di Susa i casi positivi sono 33 (+20), con un incremento del 153,85 (“drogato” proprio da Sestriere). Solo 12 in bassa valle: Almese 4 (+4), Avigliana 3 (-1), Susa 2 (stabile), Chianocco 1 (stabile), San Giorio 1 (stabile), Novalesa 1 (stabile), restano a zero Bussoleno, Sant’Ambrogio, Condove, Rubiana, Villardora, Caprie, Caselette, Chiusa San Michele, Borgone, Sant’Antonino, Mompantero, Villarfocchiardo, Mattie, Venaus, Vaie, San Didero e Bruzolo. In alta valle 21: Sestriere 15 (+15), Bardonecchia 4 (+2), Oulx 1 (stabile), Cesana 1 (+1), torna a zero Chiomonte (-1) che raggiunge Sauze di Cesana, Salbertrand, Sauze d’Oulx, Gravere, Meana, Exilles, Giaglione, Sestriere, Claviere e Moncenisio.

Casi quasi raddoppiati in cintura ovest, ora a quota 45 (+21) per una risalita dell’87,5 per cento: Rivoli 15 (+6), Collegno 11 (+5), Grugliasco 9 (+5), Pianezza 5 (+2), Alpignano 5 (+3), restano a zero Rosta, Buttigliera e Villarbasse. In val Sangone sono 32 (+10), pari al +45,45 per cento: Giaveno 22 (+7), Coazze 3 (+1), Sangano 3 (+1), Trana 1 (stabile), Valgioie 2 (+1), Reano 1 (stabile). Meglio la cintura sud con 38 (+6) e un aumento del 18,75 per cento: Bruino 13 (+9), Piossasco 9 (stabile), Orbassano 9 (+1), Rivalta 6 (-3), Beinasco 1 (-1), rimane a zero Volvera.

su Luna Nuova di venerdì 23 luglio 2021

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Rivoli, un un omaggio speciale per Mamma Piol

Rivoli, un un omaggio speciale per Mamma Piol

MEMORIA

Rivoli, un omaggio speciale per Mamma Piol

Rivoli, un omaggio speciale per Mamma Piol

MEMORIA

Vaie, l'Alcar passa di mano: sarà acquisita dal gruppo Ovv di Bergamo

Vaie, l'Alcar è salva: sarà acquisita dal gruppo Ovv di Bergamo

INDUSTRIA

Caprie: è di Giovanni Voddo il corpo senza vita trovato oggi ad Avigliana

Caprie: è di Giovanni Voddo il corpo senza vita trovato oggi ad Avigliana

RITROVAMENTO

Sestriere: focolaio Covid nell'ex Villaggio olimpico, 16 ragazzi positivi

Sestriere: focolaio Covid nell'ex Villaggio olimpico, 16 ragazzi positivi

PANDEMIA

Avigliana: trovato il corpo senza vita di un uomo vicino alla Dora

Avigliana: trovato il corpo senza vita di un uomo vicino alla Dora

VIGILI DEL FUOCO

Rivoli, motociclista travolto da un albero in tangenziale

Rivoli, motociclista travolto da un albero in tangenziale

VIABILITA'

"Valle di Susa destinazione turistica": via al patto fra le tre Unioni montane

"Valle di Susa destinazione turistica": via al patto fra le tre Unioni montane

CULTURA E PROMOZIONE

Collegno, 7mila euro per sostenere sei nuove attività

Collegno, 42mila euro per sostenere sei nuove attività

OCCUPAZIONE