VACCINI

La Regione mette i tamponi gratis dal 23 per i lavoratori con prima dose

Iniziativa rivolta a quanti sono in attesa del certificato, che arriva dopo 15 giorni. Per tutti gli altri a pagamento nei punti Asl

19 Ottobre 2021 - 00:12

La Regione mette i tamponi gratis dal 23 per i lavoratori con prima dose

di MARCO GIAVELLI

Dal momento che per disposizione ministeriale il green pass viene validato solo 15 giorni dopo la somministrazione della prima dose di vaccino, la Regione Piemonte ha deciso di mettere a disposizione, da sabato 23 ottobre, i tamponi rapidi gratuiti per tutti i lavoratori che hanno già aderito o aderiranno alla campagna vaccinale e sono in attesa della validazione del green pass. Sarà possibile accedere direttamente agli hotspot pubblici delle Asl esibendo il certificato vaccinale (è necessario aver già ricevuto la prima dose) e autocertificando di essere un lavoratore. L’elenco degli hotspot sarà pubblicato sul sito Internet della Regione da venerdì. Il governatore Alberto Cirio e l’assessore regionale alla sanità Luigi Icardi sottolineano che «in Piemonte ci sono 300mila persone in età lavorativa che non hanno ancora aderito alla vaccinazione. Per questo motivo abbiamo deciso di mettere a disposizione, come incentivo, la possibilità di sottoporsi gratuitamente al tampone in attesa che trascorrano i 15 giorni per la validazione del green pass».

La novità è stata annunciata ieri, dopo che già durante lo scorso week-end la Regione aveva deciso di mettere a disposizione una serie di hotspot pubblici per coloro che hanno la necessità di effettuare un tampone rapido, ma in questo caso a pagamento, per ottenere il green pass: sul territorio dell’Asl To3, nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 ottobre il riferimento per valli e cintura è stato l’ospedale di Rivoli, insieme al Palaghiaccio olimpico di Pinerolo. La Regione Piemonte ha assunto questa iniziativa per supportare le farmacie e i laboratori privati che in questi giorni stanno registrando un considerevole afflusso di prenotazioni e richieste di tamponi rapidi da parte dei cittadini in seguito all’entrata in vigore dell’obbligo di esibire il green pass nei luoghi di lavoro, sia pubblici sia privati. L’hotspot dove è possibile recarsi deve sempre essere della propria Asl di appartenenza. È necessario portare con sé la ricevuta di pagamento, un documento di identificazione e la tessera sanitaria.

Il costo è di 15 euro e va pagato tramite il portale regionale www.salutepiemonte.it: dalla home page accedere alla sezione “Servizi” nel menù in alto (se si utilizza il cellulare cliccare sul menù a tendina in alto), quindi selezionare “Pagamento”, “Vai al servizio”, “Pagamenti sanitari”, “Paga”, “Altri pagamenti” e compilare la relativa scheda. La ricevuta del pagamento dovrà essere stampata e consegnata all’operatore sanitario. Nel riaffermare che la campagna vaccinale continua a rappresentare la priorità, il governatore del Piemonte Alberto Cirio e l’assessore regionale alla sanità Luigi Icardi ringraziano «il sistema sanitario piemontese e le Asl per aver ancora una volta subito attivato procedure complesse come questa, ad ulteriore dimostrazione dell’efficacia e della dedizione con la quale sta lavorando dall’inizio della pandemia». Anche sabato 23 e domenica 24 ottobre sarà dunque possibile effettuare a pagamento un tampone rapido valido per il green pass negli hotspot pubblici del Piemonte: l’elenco con gli orari d’accesso sarà pubblicato entro venerdì sul sito Internet della Regione.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Morgan

Morgan

Dalle arpe a Morgan: lo spettacolo in quota tra musica, gite e circo

APPUNTAMENTI CULTURALI

Wooden Elephant

Wooden Elephant

La musica da Boccherini a Björk

MUSICA DAL VIVO

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

CULTURA LOCALE

No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

Tensioni No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

TORINO-LIONE

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

TERRITORIO

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

LUTTO

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

COLDIRETTI

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

DRAMMA

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

FESTIVAL ALTA FELICITÀ