Neve e freddo siberiano: non ci resta che lo sci

Gare per tutti i gusti, al Melezet trionfa Spazio Neve

Sporti invernali e sport infernali. Mentre domenica scorsa a Pavarolo si è corso il Cross delle Boie a -5° in un clima siberiano, mentre gli appasisonati di ciaspole attendono domenica 12 per Racchettinvalle a Pragelato, gli altri sport pagano dazio al Generale Inverno. Fermi calcio e rugby, sopravvivono gli sport in palestra (sabato 11 riprende la serie C1 di calcio a 5). Ma il vero trionfo è degli sport invernali, in particolare dello sci. Ci sono gare per tutti i gusti. La settimana ha portato un bel quarto posto di Adam Peraudo nello slalom Fis di Foppolo, mentre in valle di Susa non sono mancate le gare giovanili dei vari round regionali. In pista anche i tesserati del circuito Fie, impegnati in una la gelida giornata di sole (-20°) al Melezet per lo slalom speciale «7ª Coppa Gruppo Fondiaria Sai», organizzato dallo Sporting Club Bardonecchia 2006 e valido per il Campionato piemontese. Fra le 41 porte della pista 23 olimpica alta si sono sfidate le categorie dai Ragazzi ai Master 2. I due miglior tempi assoluti sono stati segnati dalla categoria Aspiranti, la più numerosa. In campo maschile Edoardo Iozzino di Liberi Tutti,  in campo femminile Erika Santoro di Spazio Neve. Spazio Neve che si impne anche nella classifica a squadre.


Tutto su Luna Nuova di venerdì 10 febbraio 2012

 


0

Commenti degli utenti