De Tomaso, nessuna traccia dei nuovi soci cinesi

Salta il consiglio di amministrazione, la scadenza del ministero sempre più vicina

I compratori cinesi non sono ancora arrivati in Italia e il consiglio di amministrazione della De Tomaso organizzato venerdì scorso è saltato. A due giorni dall’incontro decisivo a Roma per valutare la validità del piano industriale della famiglia Rossignolo, e con essa il rinnovo della cassa integrazione per mille lavoratori, non c’è traccia della delegazione del Hotyork Investment Group né del loro anticipo di 60 milioni di euro per l’acquisto della maggioranza dell’azienda grugliaschese.

su Luna Nuova di martedì 13 marzo


0

Commenti degli utenti