Alle radici del blues con il Beinasco Blues & jazz festival

Al Malinteso un fine settimana dedicato alla musca del Mississippi

Dopo un anno di stop per colpa della mancanza di fondi, da sabato 15 settembre al centro “Il malinteso” (via Pio La Torre 3) torna il “Beinasco Blues & jazz festival”, con un ricco calendario di concerti gratuiti che si protrae fino al 22 dicembre.
Si parte domani, quindi, con il “Blues day”: dalle 16,30 a notte fonda una intere giornata alla ricerca delle radici sonore del blues, quello originale nato dai canti degli schivi impiegati nelle piantagioni sulle rive del Mississippi.
Apre la maratona musicale il concerto del chitarrista torinese Luigi Tempera, coordinatore dell’associazione “Violeta Parra” (che organizza festival e Festa della Musica) e direttore artistico del festival stesso, accompagnato da Marco Barbieri.
Alle 17 tocca al duo acustico Delta Sound, alle 18 va in scena il progetto Kid Blues Combo (armonica, basso, batteria, chitarra), alle 19 c’è il duo acustico Dodo Harmonica Kid & Andrea D’Andrea. Alle 20 pausa cena, poi alle 21 si parte con i pezzi forti di Dave Moretti Blues Revue, considerato il principale gruppo jump blues italiano, e alle 22,30 gran finale di giornata con Angelo “Leadbelly” Rossi & Marco Ballestracci. Le performance di Angelo “Leadbelly” Rossi sono una miscela di blues esplosivo, disordinato e appassionato, che tengono l’ascoltatore inchiodato al proprio posto senza un attimo di tregua. La voce gli consente cambi tonali improvvisi e laceranti che accompagna a continue alterazioni di tempo.
Il festival poi prosegue il 13 e 27 ottobre, e il 22 dicembre con altre tre date ricche di grandi artisti. In caso di maltempo i concerti si tengono al coperto. Info 011/ 4399212, 339/ 2978912.

 
su Luna Nuova di venerdì 14 settembre


Leggi l'articolo completo cliccando qui!

0

Commenti degli utenti