Venaus, lo storico albergo distrutto dalle fiamme

Anche una baita distrutta in valle Argentera: era appena ristutturata

GUARDA LA FOTOGALLERY



Nella prima mattinata di ieri un simbolo della frontiera valsusina, di un periodo di ricchezza ormai lontano, è andato completamente in fumo. A cancellare i ricordi di anni floridi sulla rotta del Moncenisio ci ha pensato un incendio, che ha devastato quasi completamente la struttura dell’ex albergo Molaretto, da tutti conosciuto come “Losito”, dal nome del suo ultimo proprietario. Le fiamme si sono levate poco dopo le 9 di ieri mattina. L’allarme è subito stato lanciato da alcuni automobilisti di passaggio sulla statale 25 e dal volontario Aib e assessore di Venaus Ezio Caffo. Della vecchia stazione di posta è rimasto soltanto un fantasma, andato definitvamente in fumo ieri mattina. Era stata ristrutturata da poco, invece, la baita distrutta dalle fiamme in località “Brusà de la Merie”, all’imbocco della valle Argentera, in territorio di Sauze di Cesana, a circa 1800 metri di quota.

su Luna Nuova di venerdì 24 maggio



Leggi l'articolo completo cliccando qui!

 

 

 

0

Commenti degli utenti