Flavescenza dorata, il nemico è alle porte

Allarme rosso tra le vigne valsusine: a Susa e Gravere infestazione al 40%

La prima sporadica comparsa data 2012, ma adesso è allarme rosso anche in valle di Susa per la flavescenza dorata, malattia della vite che ha rischiato di mettere in ginocchio il settore vitivinicolo del nord Italia e del Piemonte sud-orientale in particolare. Le poche piante osservate per la prima volta un paio di anni fa in un vigneto di baratuciat di Almese ora sono diventate decine, centinaia, con punte del 40 per cento di infezione in alcune vigne della media valle. Nessuna zona viticola valsusina può dirsi immune, ma è soprattutto nella fascia compresa fra Susa, Meana, Gravere e Giaglione che l'infezione si sta manifestando con maggior virulenza. Lo ha ribadito Luca Cavallo, segusino, del servizio agricoltura della Provincia, in un incontro svoltosi mercoledì nel salone polivalente di frazione S.Giuseppe a Giaglione.

su Luna Nuova di venerdì 26 settembre 2014

 


0

Commenti degli utenti