L'energia verde adesso arriverà dall'acquedotto

Bussoleno: un progetto da oltre due milioni per sfruttarne i tre salti

L’acquedotto è una delle strutture più importanti di ogni paese e a Bussoleno prossimamente lo sarà ancora di più. Il consiglio comunale dello scorso sabato ha infatti approvato il project financing per lo sfruttamento dei salti della parte iniziale della condotta che porta l’acqua potabile in paese dalla presa dell’Addoi, sulla montagna dell’indiritto, a monte di Falcemagna, per la produzione di energia elettrica. La proposta di project financing è arrivata lo scorso mese di dicembre all’amministrazione comunale bussolenese da parte della società Manto Energia srl di Marostica, in provincia di Vicenza. L’investimento complessivo proposto dalla società veneta è di 2 milioni 250mila euro, ammortizzabile su un arco temporale di 30 anni, periodo al termine del quale gli impianti passerranno al Comune.

su Luna Nuova di venerdì 18 settembre 2015

 


0

Commenti degli utenti