LETTERE AL DIRETTORE

28 Maggio 2012 - 19:13

LETTERE AL DIRETTORE

CARO SAITTA, NEL CONISA C'È L'UNITÀ DEI SINDACI


Al presidente della Provincia di Torino
Antonio Saitta

Al presidente della Comunità Montana
Valle di Susa e Val Sangone
Sandro Plano

Ai sindaci dei Comuni aderenti al
Con.I.S.A. Valle di Susa

Ai consiglieri comunali dei Comuni
aderenti al Con.I.S.A. Valle di Susa



Cari colleghi amministratori, dopo aver letto quanto pubblicato sui giornali locali e nazionali in merito all’inaugurazione della struttura per disabili di Sant’Antonino e all’interpretazione data all’assenza di alcuni amministratori comunali valsusini, sento l’esigenza di svolgere alcune riflessioni che mi auguro contribuiscano a restituire all’evento la giusta considerazione.
Comincio con una dichiarazione “forte”, senza alcun timore di essere smentito: nella valle di Susa, le politiche sociali e la loro gestione attraverso il Con.I.S.A. hanno sempre visto l’unità dei sindaci e degli amministratori dei Comuni che ne fanno parte. Ne è conferma il voto unanime alla quasi totalità dei punti all’ordine del giorno delle assemblee e la partecipazione politicamente trasversale di coloro che compongono il gruppo di lavoro, istituito per approfondire sia le delibere da portare in assemblea, sia tematiche più generali di carattere sociale.
Anche il lavoro estremamente approfondito che ha coinvolto gli amministratori negli ultimi mesi, ha visto la stessa partecipazione trasversale, attraverso un confronto ricco di spunti, che ha portato, fra l’altro, alla definizione del bilancio di previsione del Consorzio caratterizzato da scelte sofferte ma concordate in maniera unitaria, col voto unanime di tutti i sindaci presenti.
Così come sono state unanimi le scelte di incrementare la quota consortile per consentire il pareggio di bilancio e l’approvazione di una delibera di contestazione alla Regione Piemonte delle scelte compiute in materia di finanziamento delle politiche sociali e di richiesta di chiarimenti sull’entità e sulle modalità di riparto tra gli enti gestori delle stesse.
Potrei continuare citando quale ulteriore elemento di unità la nomina, nello scorso mese di dicembre, del presidente e del vicepresidente dell’assemblea, rappresentanti non solo di realtà territoriali diverse ma anche, e credo sia elemento noto a tutti, di appartenenze politiche differenti che non hanno fin dall’inizio rappresentato causa di divisione, ma piuttosto di arricchimento del confronto.
Dalla nascita del Consorzio, i sindaci si sono resi conto che l’amministrazione associata, solidaristica, era l’unico strumento per gestire in maniera appropriata servizi altrimenti impensabili se proposti in modo campanilistico. La recente crisi economica e la conseguente riduzione di trasferimenti statali e regionali, non ha fatto che aumentare questa consapevolezza, fino ad arrivare alle scelte difficili degli ultimi mesi, ma condivise e approvate da tutti. E, rispetto alla costante condivisione delle scelte, voglio ricordare il ruolo importante svolto dal consiglio di amministrazione e dalla direzione del Consorzio, che ha sempre lavorato per coinvolgere gli amministratori nei processi decisionali e di programmazione dell’ente.
Per questi motivi contesto con forza la lettura data all’assenza di alcuni amministratori all’inaugurazione della struttura per disabili di Sant’Antonino: un’inaugurazione non è un evento politico, ma l’avvio di un servizio alla cui realizzazione e gestione hanno contribuito e contribuiscono tutti i sindaci della valle, anche condividendo la scelta di sostenere la spesa del mutuo in misura equanime ed aggiuntiva rispetto alla quota pro-capite. La presenza del presidente Roberto Cota e del presidente Antonio Saitta non era sicura, credo per ragioni di ordine pubblico e certo non per il timore di escludere gli amministratori che hanno pensieri e opinioni diverse dalle loro.
Su altre tematiche le differenze ci sono ed è inutile negarle, ma estenderle anche alle questioni legate al nostro Consorzio socio-assistenziale e alle politiche sociali di valle è un punto di vista che non mi trova assolutamente d’accordo.
Presto saremo chiamati a compiere scelte ancora più importanti sulle questioni sociali e socio-sanitarie. I sindaci dovranno scegliere il nuovo assetto istituzionale per la gestione associata delle funzioni socio-assistenziali, e il perdurare della crisi economica nonché la riduzione dei finanziamenti statali e regionali dovrà aprire un inevitabile confronto sul sistema di politiche sociali e sui livelli di assistenza che dovranno essere garantiti ai nostri cittadini. Le ricadute che l’applicazione del Piano socio sanitario regionale produrrà nel nostro territorio, renderà ancora più necessario discutere, anche partendo da posizioni diverse tra loro, per arrivare a definire obiettivi comuni e modalità per raggiungerli.
L’invito rivolto a tutti è quindi, come sempre, a ragionare col senso della realtà e della responsabilità,  cercando di trasformare le differenze in arricchimento e far emergere dal confronto i punti che avvicinano e non esaltando quelli che dividono. Ciò, per giungere alla definizione di modalità comuni e condivise per continuare a fornire risposte ai problemi dei nostri cittadini, soprattutto a quelli più fragili e con maggiori difficoltà a trovare da soli gli strumenti per affrontarli e risolverli.

PIER GIUSEPPE GENOVESE
presidente dell’assemblea consortile
del Con.I.S.A. “Valle di Susa”


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

ultima ora

Gianni Morandi tra i fan al GruVillage

Gianni Morandi tra i fan al GruVillage

DAL VIVO

I Madness al GruVillage: un passo oltre lo ska

I Madness al GruVillage: un passo oltre lo ska

CONCERTO

Grugliasco, passa dal tabaccaio e poi scompare nel nulla

Grugliasco, passa dal tabaccaio e poi scompare nel nulla

RICERCA

Bob Sinclar fa ballare il tutto esaurito del GruVillage

Bob Sinclar fa ballare il tutto esaurito del GruVillage

DANCE

De Gregori, il Principe canta i suoi pezzi più amati e inconsueti al GruVillage

De Gregori, il Principe canta i suoi pezzi più amati e inconsueti al GruVillage

CONCERTO

S.Antonino: impazza il maxi-scivolo di "piazza della Pace beach"

S.Antonino: impazza il maxi-scivolo di "Piazza della Pace beach"

SVAGO

Avigliana ricorda i militari della Tridentina

Avigliana ricorda i militari della Tridentina

ALPINI

Rivoli piange la storica preside Paola Cornaglia

Rivoli piange la storica preside Paola Cornaglia

LUTTO

Borgone: "Miss ...anta Valsusa" è Cinzia Di Giovanni

Borgone: "Miss ...anta Valsusa" è Cinzia Di Giovanni

SFILATA