Teatro

L'innocenza di Giulio: Cavalli e il giudice Caselli raccontano Andreotti

Sabato 3 dicembre al teatro Le Serre di Grugliasco. Sul palco anche il giudice Caselli

01 Dicembre 2011 - 19:25

Giulio Cavalli in una scena dello spettacolo

Giulio Cavalli in una scena dello spettacolo

GRUGLIASCO - Andreotti non è innocente: il lungo processo che lo ha visto imputato per i suoi legami con esponenti di Cosa Nostra è finito con una prescrizione, ma nella sentenza finale i magistrati ricordano che benché prescritti, i rapporti illeciti ci sono stati e senza lo scadere dei termini di legge per il leader della Democrazia cristiana la condanna sarebbe stata inevitabile.
La verità processuale è la protagonista di “L’innocenza di Giulio-Andreotti non è stato assolto”, spettacolo teatrale di e con Giulio Cavalli, che nella replica grugliaschese vede sul palco anche il magistrato Giancarlo Caselli, che ha collaborato alla stesura del testo assieme a Carlo Lucarelli e che di solito appare in un video. In scena sabato 3 dicembre al teatro Le Serre (via Lanza 31) alle 21.
 In questo spettacolo di teatro civile Cavalli offre un quadro tanto emblematico quanto inquietante della realtà italiana affrontando la storia dei processi ad Andreotti, il tutto accompagnato dalle musiche di Stefano “Cisco” Bellotti, che alterna diverse atmosfere, tra melodie di sottofondo e intense canzoni.
In una scena nuda ed essenziale in cui al centro del palco troneggia un inginocchiatoio su cui è poggiato un impermeabile, prende forma una figura, quella del Senatore “prescritto a vita”. Il racconto è affidato a Cavalli, che ne interpreta il personaggio in un immaginario colloquio con i suoi accusatori, mentre in un video di Giancarlo Caselli, il giudice che ha istruito il processo Andreotti, ribadisce con forza qual è stata la sentenza e soprattutto come l’informazione sia stata manipolata in un paese che sembra aver voluto dimenticare la gravità di quanto accertato, di quanto realmente successo: cioè la concreta collaborazione di “Giulio Belzebù” con esponenti di Cosa Nostra fino al 1980.
Viene così ricostruita e documentata dell’ascesa del Senatore che lo ha visto negli anni intessere relazioni e rapporti con alcune personalità della politica e dell’economia legati alla mafia: la corrente Primavera della Dc, i legami con i cugini siciliani Salvo, le deposizioni processuali di Tommaso Buscetta, i rapporti di Andreotti con Salvo Lima e con “gli amici degli amici”.
 Cavalli in questa occasione si avvale della collaborazione come regista di Renato Sarti, un altro artista che ha fatto del teatro civile e dell’impegno il punto di forza e di partenza del proprio lavoro teatrale e sa come maneggiare le parole.
Parole che scorrono partendo dal quotidiano dei documenti, degli articoli, delle interviste e della sentenza inequivocabile (condannato ma prosciolto grazie alla prescrizione) cercando di rendere appieno lo spessore del Belzebù della politica italiana.
Il risultato è uno spettacolo “maleducato e rissoso”, per raccontare il processo al Senatore per collusione con la mafia; uno spettacolo “indignato” per ribadire che Andreotti non è stato assolto.
Inizio alle 21, biglietti a 10 euro. Prevendite a Casa Sonora (via Cesare Battisti 11) Info 011/ 7800258 (lunedì-venerdì, dalle 15 alle 19); Arci valle Susa (via Torino 9, Collegno, 011/ 4112498; e su www.liveticket.it.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Collegno, l'ultimo abbraccio a Mattia, "il più monello che ci sia"

Collegno, l'ultimo abbraccio a Mattia, "il più monello che ci sia"

LUTTO

Rivoli, tutto esaurito al Don Puglisi per il primo confronto tra candidati

Rivoli, tutto esaurito al Don Puglisi per il primo confronto tra candidati

ELEZIONI

Vaie: Alpini in festa per i 90 anni di fondazione

Vaie: Alpini in festa per i 90 anni di fondazione

ANNIVERSARIO

Coazze, doccia fredda per Allais: la Commissione boccia la lista

Coazze, doccia fredda per Allais: la Commissione boccia la lista

ELEZIONI COMUNALI

Applausi scroscianti a Venaus per Mimmo Lucano, il sindaco dell'accoglienza

Applausi scroscianti a Venaus per Mimmo Lucano, il sindaco dell'accoglienza

VALSUSA FILMFEST

Colpo di scena a Venaus: l'erede di Nilo Durbiano è Avernino Di Croce

Colpo di scena a Venaus: l'erede di Nilo Durbiano è Avernino Di Croce

ELEZIONI

Caselette: sarà Giorgio Turbil lo sfidante del sindaco Banchieri

Caselette: sarà Giorgio Turbil lo sfidante del sindaco Banchieri

ELEZIONI

Almese: Farsella alza il velo sui 12 candidati della Lega

Almese: Farsella alza il velo sui 12 candidati della Lega

ELEZIONI

Sestriere: soccorso e salvato uno scialpinista sulle piste

Sestriere: soccorso e salvato uno scialpinista sulle piste

EMERGENZA