Teatro

Omaggio a Danilo Dolci

Sabato sera

07 Dicembre 2011 - 18:58

Una scena dello spettacolo

Una scena dello spettacolo

GRUGLIASCO - La compagnia Viartisti porta in scena uno spettacolo dedicato a Danilo Dolci, il Gandhi italiano. Una storia meno nota di altre, ma altrettanto e forse più illuminanti, la storia di un uomo che ha votato la propria vita al servizio degli ultimi del sud d’Italia. Si tratta di “Omaggio a Danilo Dolci”, di Pietra Selva, al teatro Perempruner (piazza Matteotti 39) sabato 10 dicembre alle 21.
«Abbiamo bisogno di esempi positivi, abbiamo bisogno di recuperare quelle orme, spesso leggere, che hanno saputo concretamente cambiare storie e destini, che hanno reso più bello, più vivibile, più civile, questo nostro paese, abbiamo bisogno di raccontare quei seminatori di democrazia che senza clamore, cocciutamente, pagando spesso prezzi altissimi, hanno indicato la via. Danilo Dolci è senza dubbio uno di questi seminatori», spiega la compagnia.
Dolci si trasferì in Sicilia negli anni cinquanta e di fronte alle condizioni terribili di gran parte della popolazione compì una scelta radicale: condividerne il destino per trovare insieme ai diseredati la strada per la conquista di una vita dignitosa e libera. «L’omaggio appassionato e affettuoso che la nostra compagnia intende dedicargli, non nasce per caso. Lo dobbiamo all’intuizione importante di Gian Carlo Caselli, che dopo aver visto il nostro spettacolo “Picciridda” dedicato alla testimone di giustizia Rita Atria, ci invitò a immaginare qualcosa sulla figura di Danilo Dolci - prosegue la compagnia - Norberto Bobbio di lui ha detto che “la via presa da Dolci è insolita e singolarissima: è stata la via del non accettare la distinzione tra il predicare e l’agire, un esempio tale da meritare da parte di tutti, senza distinzione di partiti o di ideologie, il più devoto rispetto. Dal nord al sud, dove morì, tra la sua gente, “italiano tra italiani”, con un lascito di opere realizzate, come la diga sullo Jato, di scritti di pedagogia, di inchieste, poesie, testimonianze, patrimonio immenso di fatti, legami, affetti, trasformazioni, troppo poco conosciuto per il suo straordinario valore”».
Il Ghandi italiano aveva raccolto attorno alla sua esperienza una realtà composita e unica: braccianti, pescatori, poverissimi, disoccupati, volontari, intellettuali, artisti italiani e stranieri, convinto della necessità di abbattere steccati artificiali e dannosi, per ritrovarsi cittadini del mondo e creature dell’universo in ascolto e aiuto gli uni degli altri.
L’allestimento messo a punto dalla compagnia vede una scena vuota, definita solo da corde gettate per terra, corde da lavoro, corde che legano destini e storie, corde lanciate nel tempo, e un coro di donne e uomini: «E’ il coro dei cittadini, è la comunità dei poveri cristi, è la schiera dei volontari accorsi attorno alla sua comunità “Borgo di Dio”, che evoca, racconta, incarna la storia di Dolci. Due violini, suonati dal vivo, saranno il cuore pulsante dello spettacolo».
I testi sono tratti da scritti di Danilo Dolci e di Norberto Bobbio, Piero Calamandrei, Carlo Levi. L’elaborazione drammaturgica i frammenti poetici e la regia sono Pietra Selva. Aiuto regia Rita Cerevico, in scena il Gruppo Orme e Gruppo Camaleonte della compagnia. Al violino Nadia Bertuglia e Teodora Gapik. luci di Andrea Casa.
Biglietti a 10 euro; ridotti per residenti a Grugliasco, studenti e over 65 7 euro, Info e prenotazioni 011/ 787780-7808717 (dalle 9 alle 13) o www.viartisti.it.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Rivoli, tutto esaurito al Don Puglisi per il primo confronto tra candidati

Rivoli, tutto esaurito al Don Puglisi per il primo confronto tra candidati

ELEZIONI

Vaie: Alpini in festa per i 90 anni di fondazione

Vaie: Alpini in festa per i 90 anni di fondazione

ANNIVERSARIO

Coazze, doccia fredda per Allais: la Commissione boccia la lista

Coazze, doccia fredda per Allais: la Commissione boccia la lista

ELEZIONI COMUNALI

Applausi scroscianti a Venaus per Mimmo Lucano, il sindaco dell'accoglienza

Applausi scroscianti a Venaus per Mimmo Lucano, il sindaco dell'accoglienza

VALSUSA FILMFEST

Colpo di scena a Venaus: l'erede di Nilo Durbiano è Avernino Di Croce

Colpo di scena a Venaus: l'erede di Nilo Durbiano è Avernino Di Croce

ELEZIONI

Caselette: sarà Giorgio Turbil lo sfidante del sindaco Banchieri

Caselette: sarà Giorgio Turbil lo sfidante del sindaco Banchieri

ELEZIONI

Almese: Farsella alza il velo sui 12 candidati della Lega

Almese: Farsella alza il velo sui 12 candidati della Lega

ELEZIONI

Sestriere: soccorso e salvato uno scialpinista sulle piste

Sestriere: soccorso e salvato uno scialpinista sulle piste

EMERGENZA

Grugliasco, il Museo del Toro nell'olimpo del calcio mondiale

Grugliasco, il Museo del Toro nell'olimpo del calcio mondiale

MEMORIA