MUSICA

La buona novella di Faber

A capella con i Girano Voci

19 Dicembre 2011 - 19:58

I Girano Voci

I Girano Voc

Una “buona novella” per Natale. Non una qualunque, ma la celebre “opera concept” dell’indimenticabile Faber, al secolo Fabrizio De Andrè. È questo l’originale regalo che il circolo Rege Moretto e la parrocchia di Sant’Antonino vogliono offrire alla popolazione per il Natale alle porte. L’appuntamento è per stasera, martedì 20 dicembre, alle 21 nella chiesa di piazza Libertà (ingresso libero). A interpretare i brani dell’album inciso nel 1970 da De Andrè sarà il sestetto vocale “Girano voci”, composto da quattro voci maschili e due femminili che si esibiranno “a cappella”, ovvero senza l’accompagnamento di strumenti musicali: sul palco saliranno Cristiana Cordero (soprano), Annalisa Mazzoni (contralto), Alessandro Baudino (tenore), Claudio Poggi (tenore), Pietro Garavoglia (baritono) e Davide Motta Frè (basso).
Il “concept album” di De Andrè è tratto, come noto, dalla lettura di alcuni vangeli apocrifi, in particolare il “Protovangelo di Giacomo” e il “Vangelo arabo dell’infanzia”, che offrirono a Faber lo spunto per celebrare colui che il grande cantautore genovese, negli anni cuore della contestazione giovanile, non esitò a definire “il più grande rivoluzionario della storia”: Gesù Cristo. La trama del disco punta infatti a scoprire la vocazione umana, terrena, a volte quasi sofferente, per certi versi provocatoria e rivoluzionaria, di una figura storica come Gesù di Nazareth. I brani che raccontano la storia della sua nascita attraverso un punto di vista marcatamente umano sono stati per l’occasione riletti e arrangiati per sole voci dal compositore torinese Carlo Pavese, con armonizzazioni e spunti che spaziano dal sapore antico a quello contemporaneo. Sarà dunque una bella occasione per riascoltare, nel quarantennale della loro presentazione, brani che hanno fatto la storia come “Laudate dominum”, “L’infanzia di Maria”, e ancora “Via della croce” e “Maria nella bottega d’un falegname”, solo per ricordarne alcuni. E farà piacere ascoltarli, o riascoltarli, un po’ a tutti: irriducibili appassionati di Faber, amanti della musica leggera, classica e del canto corale, credenti e non credenti. Perché questo è Fabrizio De Andrè.

su Luna Nuova del 20 dicembre

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Alpignano, il Palio internazionale parla comunque italiano

Alpignano, il Palio internazionale parla comunque italiano

TRADIZIONE

Susa: il Borgo Storico vince il Palio 2019

Susa: il Borgo Storico vince il Palio 2019

TORNEO DEI BORGHI

Alpignano, il Palio dij Cossot ricorda Ornella Bellagarda

Alpignano, il Palio dij Cossot ricorda Ornella Bellagarda

TRADIZIONE

La ragazza con la chitarra incanta il Flowers Festival

La ragazza con la chitarra incanta il Flowers Festival

TOUR D'ADDIO

Con Macy Gray il GruVillage vola vero la luna

Con Macy Gray il GruVillage vola vero la luna

CONCERTO

Gazzelle fa scintille e infiamma il pubblico

Gazzelle fa scintille e infiamma il pubblico

FLOWERS FESTIVAL

S.Antonino: "Muli & Biciclette", la corsa dei Bersaglieri

S.Antonino: "Muli & Biciclette", la corsa dei Bersaglieri

RADUNO

S.Antonino: Muli & Biciclette, la sfilata degli Alpini

S.Antonino: "Muli & Biciclette", la sfilata degli Alpini

RADUNO

Le giovani promesse della musica aprono la serata di The Bloody Beetroots

Le giovani promesse della musica aprono la serata di The Bloody Beetroots

FLOWERS FESTIVAL