MUSICA

Per Tastar de Corda due chietarre e un'arpa

Due concerti: Gian Paolo Lopresti e Massimo Riva ad Avigliana, Elena Spotti a Vaie

21 Giugno 2012 - 21:50

Elena Spotti

Elena Spotti

È nella chiesa di S.Pietro di Avigliana il prossimo appuntamento della rassegna “Tastar de corda”, che questa venerdì 22 giugno  presenta il concerto di chitarre del duo composto da Gian Paolo Lopresti e Massimo Riva. Eseguiranno musiche di Piazzolla, Gardel, Ginastera.
L’ultimo appuntamento è in S.Pancrazio a Vaie dove sabato 23 giugno i riflettori saranno puntati sull’arpa celtica di Elena Spotti, allieva della Civica scuola di musica, che suonerà musiche di O’Carolan, Gow, O’Sullivan e brani tradizionali. Per entrambi i concerti inizio alle 21 e ingesso gratuito. Info 011/ 3160803 o 348/ 4112393, effeci@contrattempo.it e www.contrattempo.it.



su Luna Nuova di venerdì 22 giugno



Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

ultima ora

Torino No Tav: l'intervento di Alberto Perino dal palco di piazza Castello

Torino No Tav: l'intervento di Alberto Perino dal palco di piazza Castello

MANIFESTAZIONE

8 dicembre: le donne No Tav in corteo a Torino

8 dicembre: le donne No Tav in corteo a Torino

MANIFESTAZIONE

Torino invasa dai No Tav: 70mila in corteo

Torino invasa dai No Tav: 70mila in corteo

MANIFESTAZIONE

Torino No Tav: in migliaia sfilano nelle vie del centro

Torino No Tav: in migliaia sfilano nelle vie del centro

MANIFESTAZIONE

Almese: sul Musiné ricompare la scritta No Tav

Almese: sul Musiné ricompare la scritta No Tav

STAMATTINA

Avigliana, con un bastone in classe per farsi giustizia

Avigliana, con un bastone in classe per farsi giustizia

AGGRESSIONE

Almese: rimossa parte della scritta No Tav sul Musinè

Almese: rimossa parte della scritta No Tav sul Musinè

STAMATTINA

Perla 2.0: Bardonecchia ammoderna l'accoglienza

Perla 2.0: Bardonecchia ammoderna l'accoglienza

TURISMO

il Quartetto Casals

il Quartetto Casals

Haydn, Mozart e Schubert: Ottavio Dantone dirige (e suona) l’Orchestra Rai

CLASSICA