CALCIO

Morte improvvisa: l'Olympic piange il capitano Carpinelli

Aveva 31 anni: colonna della squadra, sarebbe diventato allenatore

09 Agosto 2017 - 20:51

Morte improvvisa: l'Olympic piange il capitano Carpinelli

Eccolo qui, Federico Carpinelli, con la sua maglia sporca di fango e la fascia da capitano. Un lottatore e un leader che ora non c’è più, strappato il 9 agosto da un malore improvviso alle sue due famiglie, perché la seconda casa di questo calciatore tutto grinta e passione era l’Olympic Collegno.

Una morte che ha sconvolto il calcio dei dilettanti a ovest di Torino, anche per la sua dinamica. Carpinelli, che era nato il 14 settembre 1985, ha avvertito un malessere sabato 5. Martedì 8, dopo essere stato dimesso dall’ospedale per i controlli (pare sia stata diagnosticata una gastroenterite) si è di nuovo sentito male ed è stato trasportato prima all’ospedale di Rivoli e poi al San Luigi di Orbassano. Nella notte, il cuore del guerriero ha smesso di battere. Federico Carpinelli lascia la compagna e una figlia di un anno. Giovedì 10 agosto verrà effettuata l’autopsia per accertare le cause della morte.

Il dolore dell’Olympic Collegno è immerso nell’incredulità. Carpinelli per sei anni è stato una delle colonne della squadra. Due anni fa gli orange hanno battuto il Collegno nello spareggio playoffs per salire in Prima Categoria. L’allenatore era Ivan Musso, oggi al Caselette: «Oggi è un giorno davvero triste. Carpinelli incarnava i valori del calcio dei dilettanti. Era un ragazzo di cuore, molto disponibile. Sotto la mia gestione, per un paio di mesi non riusciva ad esprimere il suo calcio e io lo spronavo anche con le maniere forti, persino con le provocazioni. E lui rispondeva sempre con un sorriso. L’ultimo capitano del mio Olympic è stato lui: me lo ricorderò così, come il punto di riferimento di una squadra che sapeva lottare e giocare bene a calcio».

Di playoffs in playout, il 21 maggio scorso Carpinelli, con la fascia di capitano al braccio, è stato uno dei protagonisti della sfida-salvezza con il Villarbasse vinta dai collegnesi, che hanno così salvato la categoria dopo una stagione molto sofferta. Il centrocampista Marco Voci, grande amico di Carpinelli, racconta: «A un certo punto della stagione io, lui, Cillia e il portiere Sperandio abbiamo chiesto alla squadra di non disunirsi, di continuare a lottare. Abbiamo raggiunto i playout e siamo andati allo spareggio. Di quella partita ricordo che al 97’ tre giocatori dell’Olympic sono andati a pressare un giocatore del Villarbasse: eravamo proprio io, Cillia e Carpinelli. Federico era così: uno che non mollava fino alla fine, un vero esempio».

Diventato uno dei senatori dell’Olympic, quest’anno Carpinelli, che negli anni passati aveva anche allenato la formazione dei 2004 dell’Olympic, aveva dato la sua disponibilità per diventare l’allenatore nella prossima stagione e la dirigenza del club aveva accettato subito. Ancora Voci: «Negli ultimi due mesi ci siamo sentiti venti volte al giorno. Parlavamo di come migliorare la squadra, anche in sede di campagna acquisti. Mi aveva detto che mi avrebbe ceduto la fascia da capitano. Un passaggio di consegne che oggi, ancora di più, mi rende orgoglioso, anche se il dolore per questa morte assurda è davvero profondo».

Ugo Splendore

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

ultima ora

Caselette: vasto incendio sulle pendici del Musinè

Caselette: vasto incendio sulle pendici del Musinè

INCENDIO

Rivoli, traffico illegale di specie protette: un denunciato

Rivoli, traffico illegale di specie protette: un denunciato

CARABINIERI

Pescatore trovato morto sul greto della Dora ad Exilles

Pescatore trovato morto sul greto della Dora ad Exilles

TRAGEDIA

Venaus: le foto della nuova valanga alla piana di S.Martino

Venaus: le foto della nuova valanga alla piana di S.Martino

CALAMITÀ

Venaus: un'altra valanga, statale 25 del Moncenisio bloccata

Venaus: un'altra valanga, statale 25 del Moncenisio bloccata

CALAMITA'

Rivoli Family Friendly: inaugurata la sala per mamme e bebè

Rivoli Family Friendly: inaugurata la sala per mamme e bebè

GENITORIALITA'

S.Antonino: fumata bianca Sogefi, revocati tutti i licenziamenti

S.Antonino: fumata bianca Sogefi, revocati tutti i licenziamenti

LAVORO

Rivoli, lacrime e note per l'addio a Beatrice

Rivoli, lacrime e note per l'addio a Beatrice

CORDOGLIO

Donazione di fegato e reni all'ospedale di Rivoli

foto di repertorio

Donazione di fegato e reni all'ospedale di Rivoli

ESPIANTO