Liberi gli spacciatori dei medici

Superata la scadenza per fissare l'appello. Scacerati i due fornitori condannati in primo grado a 8 anni

20 Ottobre 2011 - 19:08

Liberi gli spacciatori dei medici

RIMINI - Zio Enzo e il suo galoppino sono liberi. Due boss dello spaccio, il 64enne Vincenzo Franco e l'aiutante Davide Vuoccolo, accusati e condannati in primo grado a 8 anni per essersi "specializzati" nello spaccio di cocaina a medici e infermieri dell'ospedale di Rimini, sono stati scarcerati nei giorni scorsi per decorrenza dei termini. Colpa della Corte d'Appello di Bologna (come riporta il quotidiano La Voce di Romagna), che entro l'anno non è riuscita a fissare il processo, rispettando il limite di tempo pervisto dalla legge. Sono liberi, con il solo obbligo della firma, almeno fino a quando non arriverà il verdetto dell'ultimo grado di giudizio, il solo a poterli eventualmente riportare dietro le sbarre per i reati che l'accusa attribuisce loro tra il maggio del 2007 e la primavera dell'anno successivo.
Le indagini con le intercettazioni telefoniche li avevano inchiodati, facendo emergere uno spaccato inquietante su alcuni medici (anche nomi illustri) dell'ospedale civile della città, nonché i rapporti di collaborazione che il boss 64enne teneva con il clan malavitoso dei calabresi.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

3° REGGIMENTO ALPINI

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

SFIDA

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

CARABINIERI

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

PROGETTO

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

TORINO-LIONE

Rivalta, droga nell'auto: due gemelli in manette

Rivalta, droga nell'auto: due gemelli in manette

CRMINALITA'

No Tav, condanna per Dana Lauriola: «È una persecuzione politica»

No Tav, condanna per Dana Lauriola: «È una persecuzione politica»

PROTESTA