Macarthur Coal, produzione in calo a causa delle catastrofi naturali

20 Ottobre 2011 - 19:08

(Finanza.com) Macarthur Coal, produttore di carbone australiano conteso da Arcelor Mittal e Peabody Energy, ha registrato alla fine di giugno un output in diminuzione del 24% annuo a 3,81 milioni di tonnellate, a causa delle pesanti piogge che hanno danneggiato gli impianti e bloccato le esportazioni. Nello scorso trimestre le vendite sono scese del 22,5% annuo a 1,02 milioni di tonnellate. Macartur ha inoltre risentito del calo di produzione di acciaio asiatico come conseguenza del terremoto in Giappone, frenando le esportazioni di polvere di carbone. I prezzi della materia prima a Settembre sono previsti in linea col mercato, a 240 dollari la tonnellata.

Finanza.com

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

TORINO-LIONE

Rivalta, droga nell'auto: due gemelli in manette

Rivalta, droga nell'auto: due gemelli in manette

CRMINALITA'

No Tav, condanna per Dana Lauriola: «È una persecuzione politica»

No Tav, condanna per Dana Lauriola: «È una persecuzione politica»

PROTESTA

Condove: disperso un uomo di 79 anni, ricerche in corso

Condove: disperso un uomo di 79 anni, ricerche in corso

SULLA MONTAGNA

Collegno, da domani basta auto nel parcheggio della Gramsci

Collegno, da domani basta auto nel parcheggio della Gramsci

VIABILITA'

Alpignano, entro il 2021 poliambulatorio al Movicentro

Alpignano, entro il 2021 poliambulatorio al Movicentro

SANITA'

Almese: taglio dei parlamentari, quale risparmio e quali rischi?

Almese: taglio dei parlamentari, quale risparmio e quali rischi?

REFERENDUM