I pompieri protestano anche a Forlì

L'Usb protesta contro l'assegnazione della squadra provinciale anti incendio boschivo a Cesena: "Una scelta assurda, nel 2010 i vigili del fuoco di Forlì sono intervenuti 26 volte, quelli di Cesena s

20 Ottobre 2011 - 19:08

I pompieri protestano anche a Forlì

FORLI’ - (pb) C’è un sindacato dei Vigili del fuoco che sente puzza di bruciato. E’ l’Unione sindacale di base, che protesta contro l’assegnazione per la seconda estate consecutiva della squadra provinciale anti incendio boschivo a Cesena. “Una scelta che non ha l’aria di essere pratica, ma che sa di politico”, sottolinea Enrico Nannini, caposquadra al comando di Forlì e rappresentante sindacale dell’Usb, “perché il sindaco di Cesena Paolo Lucchi, la scorsa settimana, già assicurava che la squadra sarebbe stata di stanza nella città da lui amministrata, quando la decisione è stata presa solo questo lunedì”.
Ipotesi a parte, la protesta del sindacato di base non è semplicemente campanilistica.

La squadra antincendio è finanziata dalla Regione, rimane in servizio dal 25 luglio alla fine di agosto ed è composta da 5 uomini per ogni turno. “La sua assegnazione a Cesena - attacca il sindacato - è un controsenso logistico. Gli incendi avvengono in numero di gran lunga maggiore nel circondario forlivese”. L’Usb fornisce dei dati a suffragio della propria tesi. “Nel 2010, prendendo come riferimento il periodo di attività della squadra speciale, i vigili della sede di Forlì sono usciti per interventi antincendio boschivi 26 volte, quelli di Rocca 5 volte, quelli di Civitella 2. Quelli di Cesena soltanto 9 volte, 2 delle quali su interventi in territorio forlivese, quelli di Bagno, Savignano e Cesenatico 2. Ciò dà un’idea dell’incidenza degli incendi in provincia”. La conseguenza che trae il sindacato di base è che “nella maggior parte delle uscite in supporto delle stazioni locali, la squadra sarà costretta a percorrere più chilometri e ad impiegare più tempo per lo spostamento, a differenza di quanto avverrebbe se la sede fosse a Forlì”.

L’attività dello scorso anno della squadra antincendio, i cui componenti ruotando di turno in turno raggiungono le quasi 100 unità, peraltro non è ancora stata retribuita. “Il personale antincendio boschivo, che lavora in regime di straordinario, deve ancora vedere le remunerazioni del 2010. I soldi sono stati regolarmente liquidati dalla Regione lo scorso autunno, ma - secondo prassi - al ministero dell’Interno. Di qui non sono mai arrivati nelle buste paga dei vigili del fuoco che hanno prestato il servizio”, denuncia il sindacalista.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Avigliana: a fuoco un rimorchio agricolo carico di lana di tosatura

Avigliana: a fuoco un rimorchio agricolo carico di lana di tosatura

INCENDIO

Collegno, passa il cantiere e fa traslocare due classi

Collegno, passa il cantiere e fa traslocare due classi

TRASPORTI

Bardonecchia, gli alberi di Natale Pro loco ritrovano la libertà

Bardonecchia, gli alberi di Natale Pro loco ritrovano la libertà

NATURA

Giovedì a Sauze d'Oulx una messa in memoria del principe Filippo

Giovedì a Sauze d'Oulx una messa in memoria del principe Filippo

LUTTO

S.Didero, attivisti No Tav incatenati nella casetta sul tetto

S.Didero, attivisti No Tav incatenati nella casetta sul tetto

PROTESTA

Rivalta, la città ha perso il sindaco Nicola De Ruggiero

Rivalta, la città ha perso il sindaco Nicola De Ruggiero

LUTTO

Il lungo sabato No Tav: dalla protesta dei sindaci al corteo in strada

Il lungo sabato No Tav: dalla protesta dei sindaci al corteo in strada

TORINO-LIONE

S.Didero: un'attivista No Tav ferita da un lacrimogeno, ora è in ospedale

La conferenza di oggi all'ora di pranzo davanti al centri polivalente di San Didero

S.Didero: un'attivista No Tav ferita da un lacrimogeno, ora è in ospedale

TORINO-LIONE

Caprie: esce fuori strada, due feriti estratti dalle lamiere

Caprie: esce fuori strada, due feriti estratti dalle lamiere

INCIDENTE