Utoya: un massacro senza precedenti

"Un paradiso d'infanza divenuto inferno". Così il primo ministro norvegese Stoltenberg ha definito ila sparatoria di ieri che ha causato 84 morti

20 Ottobre 2011 - 19:08

Utoya: un massacro senza precedenti

UTOYA (Norvegia) - Salgono a 84 i morti confermati sull'isola di Utoya dove ieri un uomo ha aperto il fuoco durante un campo estivo del Partito laburista norvegese. Lo rendono noto fonti della polizia.
Il giorno seguente la ragazza ha raccontato quanto le era accaduto a sua madre, che si è rivolta ai carabinieri. Intanto uno dei violentatori si era scusato con la giovane su Facebook e con alcuni sms inviati sul cellulare della ragazza. I militari hanno individuato i tre giovani e hanno avviato accertamenti, tramite intercettazioni telefoniche, acquisizione di tabulati telefonici, pedinamenti, perquisizioni nelle abitazioni che hanno consentito di verificare la veridicità del racconto fornito dalla vittima e di raccogliere un consistente numero di prove. I due autori degli abusi sono stati arrestati. Il terzo complice, amico dei due arrestati, è indagato a piede libero; la sua posizione è tuttora al vaglio del magistrato.

"L'isola del massacro è un paradiso d'infanzia trasformato in un inferno".Ha detto in conferenza stampa il primo ministro norvegese Jens Stoltenberg, sulla sparatoria nel campo estivo del Partito laburista. Il premier ha spiegato ai giornalisti di aver passato molte estati sull'isola di Utoya, definendola appunto "il mio paradiso d'infanzia". Stoltenberg ha aggiunto che è troppo presto per commentare i motivi dietro all'attacco.

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Morgan

Morgan

Dalle arpe a Morgan: lo spettacolo in quota tra musica, gite e circo

APPUNTAMENTI CULTURALI

Wooden Elephant

Wooden Elephant

La musica da Boccherini a Björk

MUSICA DAL VIVO

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

CULTURA LOCALE

No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

Tensioni No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

TORINO-LIONE

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

TERRITORIO

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

LUTTO

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

COLDIRETTI

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

DRAMMA

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

FESTIVAL ALTA FELICITÀ