CESANA

Va in fiamme la vecchia casa di famiglia del sindaco

Il rogo sabato, distrutti tetto e solai: matrice dolosa

09 Luglio 2012 - 19:55

Va in fiamme la vecchia casa di famiglia del sindaco

Non ci sono molti dubbi sull’origine dolosa dell’incendio che sabato all’ora di pranzo ha distrutto la vecchia baita di famiglia del sindaco Lorenzo Colomb. L’edificio è stato dichiarato inagibile dai vigili del fuoco di Susa e dall’ufficio tecnico di Cesana: il tetto non c’è più, i solai sono andati in fumo così come i tanti ricordi di famiglia ancora presenti nella casa settecentesca di via Monginevro 1 in frazione Solomiac, lungo la statale 24 che da Oulx sale verso Cesana.

su Luna Nuova di martedì 10 luglio

 


Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Morgan

Morgan

Dalle arpe a Morgan: lo spettacolo in quota tra musica, gite e circo

APPUNTAMENTI CULTURALI

Wooden Elephant

Wooden Elephant

La musica da Boccherini a Björk

MUSICA DAL VIVO

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

CULTURA LOCALE

No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

Tensioni No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

TORINO-LIONE

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

TERRITORIO

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

LUTTO

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

COLDIRETTI

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

DRAMMA

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

FESTIVAL ALTA FELICITÀ