SUSA

Bancarotta, condannati i fratelli Martina

Tre anni a testa, l'avvocato: «Faremo sicuramente appello»

11 Ottobre 2012 - 22:01

Bancarotta, condannati i fratelli Martina

Condannati a tre anni di carcere i gemelli Claudio e Roberto Martina, imprenditori processati per il fallimento di una loro azienda, la Martina srl, che ebbe l’incarico di svolgere dei lavori preliminari per il Tav Torino-Lione. Il pm Roberto Furlan, della procura di Torino, procedeva con l’accusa di bancarotta fraudolenta per la distrazione di 1,2 milioni. Tre altri imprenditori saranno giudicati separatamente.

su Luna Nuova di venerdì 12 ottobre

 

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Atropina Clan, il nuovo singolo dedicato all'Acad

Atropina Clan, il nuovo singolo dedicato all'Acad

MUSICA E SOCIETÀ CIVILE

Vaccini, il Piemonte alza il volume: superato il milione, oggi 28mila somministrazioni

Vaccini, il Piemonte alza il volume: superato il milione, oggi 28mila somministrazioni

COVID-19

Ufficiale, Torino arancione da lunedì: il comunicato della Regione

Anche seconde e terze medie da lunedì ritornano a scuola

Ufficiale, Torino arancione da lunedì: il comunicato della Regione

CORONAVIRUS

Dietrofront: anche Torino sarà arancione da lunedì 12 aprile

Dietrofront: anche Torino sarà arancione da lunedì 12 aprile

CORONAVIRUS

I sindaci No Tav contro il nuovo autoporto: sabato 17 manifestazione statica

I sindaci No Tav contro il nuovo autoporto: sabato 17 manifestazione statica

TORINO-LIONE

Ufficiale: da lunedì Piemonte in arancione, ma Torino deve ancora attendere

Ufficiale: da lunedì Piemonte in arancione, ma Torino deve ancora attendere

CORONAVIRUS

Collegno, vigili del fuoco al Campo volo? Ok della Regione

Collegno, vigili del fuoco al Campo volo? Ok della Regione

EMERGENZA

Condove: fiamme a ridosso delle case di via Conte Verde

Condove: fiamme a ridosso delle case di via Conte Verde

INCENDIO

Rivoli, scende in strada la disperazione del commercio

Rivoli, scende in strada la disperazione del commercio

PROTESTA