AVIGLIANA

‘Troppo ricchi’ per meritare il contributo

Assistono i genitori invalidi, ma il Conisa taglia il sostegno

22 Ottobre 2012 - 22:33

‘Troppo ricchi’ per meritare il contributo

A causa dei tagli di spesa operati, accudire in casa un anziano e averne un altro ricoverato in un istituto sta diventando una sforzo economico troppo grande per chi si vede anche negato il contributo di sostegno di cui avevano fino ad allora fruito. È il caso di Paolo e Marco Recchia, figli di Anna Lucia Armando e Eugenio Recchia, invalidi riconosciuti al cento per cento. La mamma è ricoverata da circa 10 anni presso la cittadina residenza per anziani Don Menzio.

su Luna Nuova di martedì 23 ottobre

 

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

Alpignano, sarà ballottaggio tra Palmieri e Oliva

ELEZIONI

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

Alpignano, Palmieri domina il primo turno

ELEZIONI

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

"Altius" atto terzo: prove di soccorso anche sulle pareti rocciose di Caprie

3° REGGIMENTO ALPINI

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

L'Everesting sul Rocciamelone di Alessandro Coletta: prima salita compiuta

SFIDA

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

"Nonni, datemi i soldi della droga di vostro nipote": pusher arrestato a Borgone

CARABINIERI

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

Rivoli, il futuro di Villa Melano passa dal Castello

PROGETTO

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

No Tav: Dana Lauriola prelevata dalla sua casa di Bussoleno e portata in carcere

PROTESTA

Condove: ritrovato nella Dora il corpo dell'uomo disperso

Condove: ritrovato nella Dora il corpo senza vita dell'uomo disperso

DRAMMA

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

Smarino Tav a Susa: l'Unione montana dice "no" alla variante

TORINO-LIONE