CHIOMONTE

Un giorno intero in sella alla sua bici

L'impresa di Roberto Trotta: 26 ore per attraversare la Pianura padana

12 Novembre 2012 - 23:06

Un giorno intero in sella alla sua bici

Un giorno intero in sella ad una bici, pedalando alla media di oltre 26 chilometri orari, per coprire i 710 chilometri che separano i due estremi dell’Italia del nord, Ventimiglia e Muggia, dal confine con la Francia a quello sloveno. Il tutto con un tempo da record, poco più di 26 ore.  È l’impresa un po’ pazza, a metà tra la performance sportiva e l’avventura, portata a termine da Roberto Trotta, 47enne decoratore e consigliere comunale di maggioranza chiomontino.
su Luna Nuova di martedì 13 novembre



Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

AGGIORNAMENTI

Morgan

Morgan

Dalle arpe a Morgan: lo spettacolo in quota tra musica, gite e circo

APPUNTAMENTI CULTURALI

Wooden Elephant

Wooden Elephant

La musica da Boccherini a Björk

MUSICA DAL VIVO

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

Il francoprovenzale e la parlata della montagna di Condove

CULTURA LOCALE

No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

Tensioni No Tav, parla Banchieri: «Solidarietà ai feriti, ma non si criminalizzi il Festival Alta Felicità»

TORINO-LIONE

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

Almese: 15 nuove bacheche per le affissioni pubbliche

TERRITORIO

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

Chiusa S.Michele: addio a Marco Bruno, anima della casa alpina di Bessen Haut

LUTTO

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

Agricoltori in ginocchio: la siccità manda in fumo mezzo raccolto

COLDIRETTI

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

Mompantero: escursionista precipita sul Rocciamelone e perde la vita

DRAMMA

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

S.Didero: il pendolo No Tav contro le recinzioni del fortino-autoporto

FESTIVAL ALTA FELICITÀ