FINANZA

Macchinari italiani, ma prodotti in Cina: indagati

Apparecchiature dimagranti importate e rivendute a prezzi triplicati

15 Novembre 2012 - 23:13

Macchinari italiani, ma prodotti in Cina: indagati

Macchinari importati dalla Cina, per essere usati in trattamenti anti-cellulite anche se non conformi alle normative di sicurezza, comprati a prezzi stracciati e rivenduti a prezzo triplo. Li hanno sequestrati i militari della Guardia di finanza di Susa nel corso dell’operazione denominata “Silhouette”. La società con sede ad Avigliana che li importava ne aveva venduti tre in centri estetici del Piemonte e due della Lombardia.

su Luna Nuova di venerdì 16 novembre

 

 

Inserisci un commento

Condividi le tue opinioni su Luna Nuova

Caratteri rimanenti: 400

Ultim'ora

Exilles: Fulgido Tabone è la prima "penna al merito"

Exilles: Fulgido Tabone è la prima "penna al merito"

PREMIAZIONE

Susa: una valle intera per l'ultimo abbraccio a Carlo Ravetto

Susa: una valle intera per l'ultimo abbraccio a Carlo Ravetto

LUTTO

Anastacia apre l'estate della grande musica

Anastacia apre l'estate della grande musica

MUSICA

S.Antonino: incidente in via Vignassa, un ferito

S.Antonino: incidente in via Vignassa, un ferito

CARABINIERI

Collegno, tre volti nuovi nella giunta del Casciano bis

Collegno, tre volti nuovi nella giunta del Casciano bis

POLITICA

Giaveno, Carlo Giacone sindaco al ballottagio

Giaveno, Carlo Giacone sindaco al ballottagio

ELEZIONI COMUNALI

Borgone in festa per i 90 anni del gruppo Alpini

Borgone in festa per i 90 anni del gruppo Alpini

ANNIVERSARIO

Pianezza, un piazza per la Legalità nel nome di Falcone e Borsellino

Pianezza, un piazza per la Legalità nel nome di Falcone e Borsellino

MEMORIA

Grugliasco, Santa Maria bissa il successo dello scorso anno

Grugliasco, Santa Maria bissa il successo dello scorso anno

TRADIZIONI